Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 302.385.239
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
polveri sottili
Valore limite: 50 µg/mc
indice del 16/06/2019

Merate: 20 µg/mc
Lecco: v. Amendola: 12 µg/mc
Lecco: v. Sora: 6 µg/mc
Valmadrera: 13 µg/mc
Scritto Venerdì 10 maggio 2019 alle 09:34

Inquinamento: ad aprile aria classificata ''buona'' in provincia. Nessun superamento del PM 10. L’Ozono ancora molto basso

"Buona". E' il giudizio che ormai da settimane, con qualche eccezione naturalmente, l'Arpa assegna all'aria che si respira da Colico e Verderio, passando per le principali cittadine della provincia: Oggiono, Calolziocorte, Casatenovo, Merate e il capoluogo Lecco.

CLICCA SULLA TABELLA PER INGRANDIRE


Il pericoloso "Ozono" la cui soglia di informazione scatta a 180 microgrammi per metro cubo è ancora lontano stante le temperature tendenti più all'inverno che all'imminente estate mentre grazie allo spegnimento  degli impianti di riscaldamento le micidiali polveri sottili sono in forte ritirata. I valori rilevati nel corso del mese di aprile confermano la valutazione positiva assegnata all'aria che respiriamo. Almeno per quel mese e, probabilmente anche per una buona parte di maggio. Merate, che storicamente è l'area più colpita dalle PM 10 ha fatto segnare un dato medio del mese appena trascorso di 24 microgrammi per metro cubo con la punta massima di 48 il primo giorno del mese e la minima di 7 il 28. I superamenti del "valore limite" di 50 microgrammi per metro cubo dall'inizio dell'anno si sono fermati a 29 di cui 12 a gennaio, 16 a febbraio e 1 a marzo. Situazione migliore a Lecco sia in via Amendola sia in via Sora dove le medie sono state rispettivamente di 17,8 e 13,6 microgrammi per metro cubo. Anche qui il giorno più "inquinato" è stato il primo del mese ma con valori molto contenuti: 28 e 26. Analoga situazione a Valmadrera dove la media è stata di 15,7 con la punta più alta il giorno 2 (32) e la più bassa il 28 (4). Moggio e Mandello come sempre fanno segnare i valori più bassi: 13,9 e 12,3. Situazione soddisfacente anche a Calolziocorte con una media mese di 14,4. Buona nel suo complesso anche la situazione nel casatese-oggionese. A Casatenovo nessun superamento, come tutti i comuni presi in esame, e una media di 16,1. In linea gli altri comuni nei quali il rilevamento è fatto con modelli e non direttamente con centraline fisse: Barzanò 15,5 - Missaglia 15,8 - Oggiono 14,7.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco