Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 299.325.726
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
polveri sottili
Valore limite: 50 µg/mc
indice del 09/05/2019

Merate: 12 µg/mc
Lecco: v. Amendola: 9 µg/mc
Lecco: v. Sora: 5 µg/mc
Valmadrera: 6 µg/mc
Scritto Mercoledì 17 aprile 2019 alle 23:10

Merate: si apre il ''maggio Manzoniano'' rassegna unica di cultura, arte, storia


"Alessandro tra le Nuvole'': un titolo emblematico, così come la rassegna di cui fa parte. Si tratta del ''Maggio Manzoniano'', evento inaugurato dal comune di Merate nel 2016, fortemente voluto dall'Amministrazione e soprattutto da Giusi Spezzaferri. Proposto dall'Assessorato alla Cultura, è frutto di un vasto sistema di collaborazioni, che ha reso possibile la realizzazione del progetto, in programma almeno fino al 2020. Del gruppo di lavoro fanno parte il Collegio Villoresi San Giuseppe, Assocultura, Confcommercio Lecco, la Fondazione Luigi Clerici, il Comune di Lecco e l'Associazione meratese Coderdojo. 

L'assessore Federica Gargantini, il prof. Stefano Motta, Eugenia Neri di Piccoli idilli,
Ornella Comi della Nostra Mela, l'assessore Silvia Maria Sesana


La manifestazione culturale, che verrà inaugurata sabato 4 maggio, è nata principalmente come sfida, ha spiegato il direttore artistico dell'evento -  nonché preside del Collegio Villoresi - Stefano Motta, come un mezzo per promuovere la figura di Alessandro Manzoni, scrittore, poeta e drammaturgo italiano dell'Ottocento, e portare l'autore al di fuori delle mura scolastiche, dove solitamente è visto dagli studenti come figura tanto cardine quanto noiosa. Ed è proprio da questo punto di partenza che prende vita ''Alessandro tra le Nuvole'', perché è da qui che si vuole innescare un cambiamento nel modo di vedere Manzoni e le sue opere. L'evento principale del Maggio Manzoniano di quest'anno sarà infatti una mostra diffusa, per cui la città di Merate si colorerà con 80 tavole a fumetti, in cui verrà raccontata la storia dei Promessi Sposi, opera pubblicata nel 1827. Merate diventerà quindi un album a fumetti, in cui i disegni, realizzati da Paolo Piffarerio e Claudio Nizzi, saranno esposti e disponibili agli occhi di tutti. Il percorso della mostra partirà proprio dall'Auditorium comunale, dove sarà collocata la metà delle tavole; il cammino dei Promessi Sposi proseguirà poi per le vie del centro storico,  dove i restanti quaranta disegni saranno esposti da altrettanti esercizi commerciali che hanno aderito all'iniziativa. Questo, ha spiegato Motta, è stato possibile soprattutto grazie alla Nostra Mela, tra l'altro sponsor ufficiale della rassegna, che ha fatto in modo che tutti contribuissero, anche in piccola parte, a diffondere la proposta.  Il programma del Maggio è fitto di eventi, che inizieranno il 4 e si protrarranno fino al 31. La giornata inaugurale, che si terrà presso l'Auditorium comunale a partire dalle 17.30, vede come protagonista un ospite d'eccezione: ci sarà infatti Vittorio Sgarbi, opinionista, politico ma soprattutto critico d'arte, che presenterà al pubblico il suo ultimo libro "Il Novecento II'. L'evento è ideato in collaborazione con LeggerMente Off, e vedrà l'autore intrattenere i presenti con un dibattito sull'arte novecentesca. Il mediatore della discussione sarà proprio Stefano Motta, il quale ha già detto che il critico "si è detto entusiasta del progetto, perché secondo la sua opinione l'arte non è qualcosa che deve rimanere chiusa a chiave in un museo, ma deve andare per le strade, arrivare a più persone possibili.''

È appunto emblematico, infatti, che Sgarbi nella sua ultima fatica si sia prodigato per valorizzare le eccellenze artistiche italiane, anche di quelle di realtà minori come può esserlo quella Meratese. Alle 19 ci sarà poi il taglio del nastro e la presentazione della mostra itinerante, in cui verranno presentate le tavole e lo scopo della rassegna che, ha spiegato Motta "vuole coniugare due elementi che sembrano distanti tra loro, ma che in realtà sono più vicini di quanto si possa pensare. Si tratta del folklore e della cultura alta: da una parte i fumetti, e dall'altra un romanzo cardine della letteratura. È un modo per comunicare, come diceva Oscar Wilde, che non è l'arte a dover diventare popolare, ma è il popolo che deve diventare artistico.''  Domenica 5 maggio sarà invece il turno di una conferenza presso Villa Confalonieri, in cui Motta presenterà il "Codice Manzoni'' e i presenti assisteranno all'esibizione del gruppo folcloristico Firlinfeu La Brianzola. Al termine del dibattito la Fondazione Luigi Clerici ha organizzato una degustazione di praline, proprio a tema "L'orto del Manzoni''.  Come già sottolineato, il Maggio Manzoniano è frutto di una sinergia tra più enti: venerdì 10 sarà MerAteneo a offrire una conferenza, che vedrà Don Ivano Colombo riflettere su Manzoni e sulla Fede cattolica. L'appuntamento con questo evento è alle 14.30, sempre in Auditorium.   La rassegna coinvolgerà anche il teatro: l'11 andrà infatti in scena ''Sei personaggi in cerca d'autore'', con sceneggiatura di Stefano Motta. Lo spettacolo, in programma per le ore 21, vedrà la partecipazione di Filippo Ughi e Silvia Melis, con accompagnamento musicale di Luigi Mandelli.  Un altro evento che salta all'occhio nel corso del Maggio è sicuramente il seminario ''Un Manzoni ancora e sempre da scoprire'', in calendario per mercoledì 22 maggio presso il Collegio Villoresi. Si tratta di un prestigioso congresso rivolto principalmente agli insegnanti e alla cittadinanza tutta, per approfondire la figura di Manzoni, in cui interverranno Monsignor Marco Ballarini, Prefetto della veneranda Biblioteca Ambrosiana di Milano, e il Professor Pierantonio Frare, tra le altre cose fondatore e direttore della Scuola Estiva internazionale in Studi Manzoniani.  La rassegna si concluderà il 31 maggio, con la premiazione del contest video "3 minuti per Manzoni''. Il Maggio ha infatti preso il via prima dell'inaugurazione ufficiale, perché nei mesi scorsi gli studenti delle Scuole secondarie di I grado del Meratese e del Casatese, e le Scuole secondarie di II grado della provincia sono state chiamate a partecipare alla sfida, realizzando un filmato. Durante la conferenza stampa è stato comunicato che l'adesione al contest è stata accolta in modo più tiepido rispetto all'anno passato, questo probabilmente per le molteplici attività che vengono proposte agli studenti periodicamente. Gli organizzatori però non si sono scoraggiati, anzi le iscrizioni sono ancora aperte fino alla fine di aprile. I vincitori, nominati durante la serata conclusiva della rassegna, avranno diritto ad una targa celebrativa e ad una visita gratuita alla Villa Manzoni, a Lecco.  Lo scopo primario dell'iniziativa rimane quello di far conoscere e di diffondere cultura e conoscenza sul letterato, protagonista indiscusso, che verrà celebrato nei modi e nelle forme più disparate.
Giorgia Colombo
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco