Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 299.866.646
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
polveri sottili
Valore limite: 50 µg/mc
indice del 22/05/2019

Merate: 20 µg/mc
Lecco: v. Amendola: 23 µg/mc
Lecco: v. Sora: 12 µg/mc
Valmadrera: 15 µg/mc
Scritto Lunedì 15 aprile 2019 alle 09:23

 Montevecchia: l'innovazione nella coltivazione con i droni

L'innovazione in agricoltura è stato al centro del seminario che si è svolto nel pomeriggio di venerdì 12 aprile alla Casetta di Montevecchia. In particolare sono stati mostrati i benefici dell'impiego dei droni per il monitoraggio dei terrazzamenti coltivati e la diffusione dei liquidi. Un sistema che viene già largamente utilizzato in altri Paesi, ma che in Italia deve ancora decollare.

Roberto Calvi


Le telecamere dispongono di un sensore in grado di rilevare il non visibile, in una gamma vicino all'infrarosso in grado di individuare la quantità di fotosintesi sulle foglie e dunque il vigore della pianta. Con una perlustrazione aerea sia manuale sia automatica si potranno così visualizzare in pochi minuti eventuali patologie che rischiano di danneggiare le colture.

Stefano Fiorillo

Dopo l'analisi istantanea dei dati può intervenire un secondo drone, che in dieci minuti può distribuire dieci litri di prodotti fitosanitari coprendo una superficie sui 5 mila mq. Un radar prossimale attivo sul dispositivo permette un volo quasi radente rispetto alle piantagioni, riducendo il rischio di deriva a causa del vento. Il minerale utilizzato è la zeolite che polverizzata può corrispondere a sostanza nutritiva e protettiva da insetti e batteri, riducendo il rischio di insolazione.

Meno tempo, maggiore precisione e risparmi economici hanno assicurato gli esperti della Calvi Tecnologie di Osnago. L'azienda ha intenzione di stringere maggiori sinergie con i produttori, fornendo supporto tecnico, e con l'Ente Parco stesso. Dopo la spiegazione teorica i partecipanti all'iniziativa organizzata dalla Pro Montevecchia hanno assistito a un'esercitazione di volo di un drone all'aperto.
M.P.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco