Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 296.975.806
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
polveri sottili
Valore limite: 50 µg/mc
indice del 17/04/2019

Merate: 28 µg/mc
Lecco: v. Amendola: 24 µg/mc
Lecco: v. Sora: 14 µg/mc
Valmadrera: 16 µg/mc
Scritto Mercoledì 10 aprile 2019 alle 16:07

Mandic: sì alle multe per soste ''abusive'' sulla strada del Pronto Soccorso

Il Mandic di Merate
Comune di Merate e ASST Lecco siglano una convenzione per regolamentare l'accesso dei vigili urbani nella strada interna al presidio ospedaliero cittadino. Nel consiglio comunale che si è riunito nella serata di martedì 9 aprile, l'assise ha votato all'unanimità il punto, presentato dal sindaco Andrea Massironi. ''Ad inizio anno abbiamo avuto diversi contatti con l'ASST che ci ha segnalato delle problematiche relativa al fatto che la strada interna è privata e purtroppo ogni tanto capita che davanti al Pronto Soccorso le auto vengano parcheggiate anche fuori dagli spazi, ostacolando in più occasioni le ambulanze'' ha spiegato il primo cittadino.
Perciò l'Amministrazione e l'Azienda della sanità lecchese hanno raggiunto un accordo, sottoposto martedì sera a tutti i consiglieri, che prevede la possibilità per la Polizia locale e in alternativa dei Carabinieri di intervenire per casi di soste selvagge all'interno del Mandic. ''L'azienda - ha proseguito Massironi - nonostante sia consentito al Comune di assoggettare la strada ad uso pubblico, terrà in carico costi per la manutenzione straordinaria e metterà a disposizione del personale per segnalare ai vigili o alle forze dell'ordine episodi per cui sarà il caso intervenire''. Prima che la convenzione abbia effetto, tuttavia, Massironi ha spiegato che l’accordo è quello di far decorrere almeno un mese per avvertire la cittadinanza con opportuni avvisi al fine di evitare di dare sanzioni a chi vive, essendo in fondo la strada di un ospedale pubblico, situazioni delicate.


A.S.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco