Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 294.011.879
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
polveri sottili
Valore limite: 50 µg/mc
indice del 15/03/2019

Merate: 18 µg/mc
Lecco: v. Amendola: 9 µg/mc
Lecco: v. Sora: 7 µg/mc
Valmadrera: 6 µg/mc
Scritto Domenica 03 marzo 2019 alle 17:36

Lettera aperta ai vertici dell'ASST inaccettabili le attese anche per persone anziane al PS del Mandic

La presente a informare la direzione generale dell'ASST territoriale e contestualmente la Regione Lombardia che nel P.S. dell'ospedale Mandic di Merate si reiterano e sono di prassi code inaccettabili in qualsivoglia posto civile.

Ho più volte dovuto ricorrere a questa struttura per me e per i miei cari nel corso dell'ultimo anno solare, constatando la più che totale mancanza di vigilanza e sorveglianza dei vertici della direzione ASST. Cioè la proposizione e la predisposizione di manovre attuative alla risoluzione dei problemi che sono divenuti cronici. Ne deduco che o tali vertici si fanno sberleffo della salute dei pazienti o che essi sono inadatti alla risoluzione dei problemi che esporrò.

In data 22/02/19 ore 17,30 rilevo più casi over 70 che devono attendere tempi estenuanti e assurdi per essere visitati, dopo una accettazione in triage. Il personale addetto può attribuire un codice di urgenza, ma non visitare e fare una diagnosi. Se venisse sottovalutata la gravità delle condizioni?

Un anziano con una patologia non gravissima, dopo molte ore, può andare incontro a seri problemi per comorbilità.

In data 22/02/19 ore 17,21 ho accompagnato mia mamma, una persona prossima ai 90 anni, con problemi cardiopolmonari pregressi e con una bronchite che non è stata risolta dalla precedente visita, prescrizione medica e terapia del medico di base.

Solamente dopo quasi 12 ore, cioè alle 5 della mattina seguente, ha subito quella che io definisco accettazione cioè la valutazione di un medico qualificato a emettere un qualsivoglia diagnosi.

Or bene, solamente dopo la visita del Dottore si è sbloccata la macchina, permettendo l'esecuzione di basilari indagini quali analisi del sangue e RX torace.

I medici e il personale nella sua unità sono obbligati a turni massacranti, anche superiori a 13 ore. Mi permetto di evidenziare che, oltre a una folta dirigenza rinchiusa in un castello, servirebbero più medici con stipendi men faraonici dei Vostri .

Ho chiesto e segnalato la situazione di gravissimo disagio per le attese massacranti alla unità 113 via tel e di persona; una pattuglia dei carabinieri è intervenuta nella notte portando al PS una persona e alle mie rimostranze hanno confermato che questo genere di attese è ben nota.

Ho visto molte persone come mia mamma, over 80, stare oltre 12 ore in attesa, di cui minimo sei-sette su una sedia, credevo di essere stato teletrasportato nell'anno 1000.

Intendo chiedere la risoluzione dei problemi e le Sue scuse scritte e formali.

Se queste non vengono porte, con le adeguate misure correttive, chiedo alla dirigenza dell'ASSL, per atto di assunzione di responsabilità verso i cittadini e verso la stessa ASST, le dimissioni dei vertici per manifesta e palese incapacità di gestione dell'incarico.

Spero che quanto da me di seguito scritto mai avvenga, ma se una persona dovesse spirare nell'attesa, purtroppo non sarebbe la dirigenza ASST a finire nel giro della legge, ma quel disgraziato di medico che la stessa "obbliga" a lavorare in un modo vergognoso, in un reparto sguarnito e non atto a soddisfare l'afflusso di persone; forse è anche questo che Vi fa stare beati e tranquilli sugli allori, come gli intoccabili.

E non si venga a dire che l'afflusso di pazienti era superiore al normale o che i codici bianchi intasano il pronto soccorso: nelle ore di presenza c'è stato un solo codice bianco, i rossi erano due ed entrati nel primo pomeriggio. Certi picchi inoltre vanno preventivati: è vostro compito.

P.S. E' mia speranza che questa mail finisca sui giornali a testimoniare il mio sdegno rivolto alla Vostra condotta, lesiva e offensiva nei confronti dell'utente.

Distinti saluti

Andrea Natale Sozzi
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco