Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 296.861.323
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
polveri sottili
Valore limite: 50 µg/mc
indice del 17/04/2019

Merate: 28 µg/mc
Lecco: v. Amendola: 24 µg/mc
Lecco: v. Sora: 14 µg/mc
Valmadrera: 16 µg/mc
Scritto Martedì 12 febbraio 2019 alle 09:51

Montevecchia:il referendum pubblico sulla biblioteca a partire da martedì 19 febbraio

Era stata annunciata già da tempo e ora si sa che sarà un fatto certo. La consultazione pubblica per conoscere l'opinione dei residenti di Montevecchia sulla collocazione della nuova biblioteca avverrà settimana prossima.
Si tratta del primo "referendum" comunale nella storia di Montevecchia. I cittadini potranno esprimere la propria preferenza a partire da martedì 19 febbraio fino a venerdì 22 febbraio. Potranno recarsi in Municipio negli orari di apertura consegnando la scheda compilata presso l'ufficio Protocollo. Altrimenti, per gli iscritti alla lista broadcast del Comune su WhatsApp si potrà utilizzare questo canale digitale inviando un messaggio. Ultima possibilità nella modalità cartacea sarà sabato 23 febbraio mattina dalle ore 9.00 alle 12.00 in sala civica (in via del Fontanile).

Subito dopo, a partire dalle ore 13.00, avverrà lo spoglio dei voti in presenza di alcuni rappresentanti dell'amministrazione comunale. Oltre all'opzione preferita andranno indicati semplicemente nome, cognome e data di nascita. Potranno votare i residenti che abbiano compiuto almeno il quattordicesimo anno di età.

Le due ipotesi erano già state presentate nel corso dell'assemblea pubblica del 29 novembre [clicca QUI]. Da allora sono state affinate le cifre riguardanti le metrature e i costi, che presentano alcune differenze. Con l'opzione A si propone di porre il polo culturale in zona Casetta. Sorgerebbe intorno alle alberature ad alto fusto presenti nella collinetta adiacente.

Con la futura realizzazione della casa delle associazioni dove oggi ci sono gli spogliatoi si concentrerebbero tutti gli spazi legati alla cultura, alla ricreazione, allo sport e all'associazionismo in un unico punto ben definito. "I fronti vetrati della biblioteca generano una grande trasparenza verso la Casetta e i campi sportivi, e gli spazi fluidi e flessibili all'interno la caratterizzano come spazio di uso molteplice, in grado di creare una grande sinergia con il contesto che la circonda" si legge nella presentazione. Viene evidenziato inoltre che il tetto verde (posto alla quota dell'area picnic) si propone come ulteriore spalto rivolto verso il campo di calcio.
Dallo studio di fattibilità si prevede un costo di 380 mila euro per i complessivi 380 mila mq. L'opzione B considera invece di costruire la biblioteca vicino alla palestra. La spesa sarebbe leggermente inferiore, mentre gli spazi sarebbero più ampi. Si spenderebbero 340 mila euro per 405 mq. Viene assicurata un'impiantistica sostenibile a ridotto consumo energetico, con recupero delle acque piovane e impiego di materiali locali.
Marco Pessina
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco