Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 291.246.152
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
polveri sottili
Valore limite: 50 µg/mc
indice del 14/02/2019

Merate: 62 µg/mc
Lecco: v. Amendola: 38 µg/mc
Lecco: v. Sora: 24 µg/mc
Valmadrera: 36 µg/mc
Scritto Lunedì 11 febbraio 2019 alle 18:08

Valli: progetti esteticamente interessanti sono stati ignorati

ll progetto di riqualificazione di Viale Verdi e la conseguente polemica sui costi (notevoli) e benefici (modesti) dell'opera, penso costituiscano per tutti un'occasione di riflessione in vista dell'imminente campagna elettorale meratese.
Da osservatore dei fenomeni urbani non ritengo sufficiente il progetto presentato a risolvere le criticità della porzione di tessuto edilizio che si attesta sul viale Verdi ma anche (mi verrebbe da dire: soprattutto) su via Agnesi e via Alpini; vie sulle quali affacciano edifici di recente formazione e dalle volumetrie non indifferenti.
Intendo dire che la doverosa riqualificazione dell'asse viario e la tanto vagheggiata sostituzione degli incroci con le rotonde potranno rendere più fluido il transito veicolare ma non penso innescheranno un reale meccanismo di rigenerazione urbana.
Il potenziamento quale polo attrattore del CDD, con l'insediamento di funzioni che definirei ad ampio raggio di fruizione, che vadano cioè oltre il pur importantissimo socio-assistenziale e lo rendano un luogo di riferimento per il quartiere; la creazione - ora che i soldi ci sono! - di quella maglia di percorsi pedonali di connessione tra via Agnesi, viale Verdi, il parco di Villa Confalonieri e/o via Cazzaniga, che il nostro PGT prevede e che sono fondamentali per non rendere isolate e quindi escluse alcune importanti porzioni di città rispetto al centro; una progettualità che tenga conto non solo del traffico veicolare ma anche delle aree di sosta (possibilmente alberate) e di aree a parco (possibilmente attrezzate) - come il parchetto dietro la panetteria Tamandi, a sud di villa Confalonieri, che merita maggiori attenzioni. Queste sono alcune delle suggestioni che auspico vengano considerate da chi vorrà riflettere sulla rigenerazione urbana dell'interno ambito.
I progetti presentati nella sede del CDD a marzo 2017, all'esito del concorso di idee indetto dall'Amministrazione, tenevano conto di molti di questi aspetti e proponevano soluzioni interessanti ed esteticamente valide. Spiace constatare che se ne sia persa ogni traccia, ora che si entra nel vivo.
Cordiali saluti
Andrea Valli
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco