Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 296.858.885
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
polveri sottili
Valore limite: 50 µg/mc
indice del 17/04/2019

Merate: 28 µg/mc
Lecco: v. Amendola: 24 µg/mc
Lecco: v. Sora: 14 µg/mc
Valmadrera: 16 µg/mc
Scritto Giovedì 24 gennaio 2019 alle 17:08

Paderno: il minibasket entra nella primaria, gli alunni allenati dall'ex cestista Raimondi

La pallacanestro a scuola per fare breccia nel cuore dei ragazzi. E' quanto ha proposto un'associazione del territorio attraverso una serie di lezioni con un'insegnante del livello di Nadia Raimondi, ex cestista di A1 con 31 presenze all'attivo maglia azzurra. E a questo punto ''non ci si può certo tirare indietro''.

Nadia Raimondi, ex cestita della nazionale italiana


A dirlo è stato l'insegnante di motoria dell'elementare padernese, Pasquale Antuoni, parlando del ''Progetto Minibasket'' partito lo scorso 27 novembre e in dirittura di arrivo il prossimo 5 febbraio. Antuoni è il referente per la scuola di via Gandhi, l'ASD Rhinos di Robbiate è invece il sodalizio sportivo da cui è nata l'iniziativa e che tra i suoi collaboratori vanta nomi del calibro di Raimondi.

''Ai bambini vengono insegnati i fondamentali del minibasket attraverso semplici esercizi con la palla'' ha spiegato il prof. Antuoni. ''Il progetto è stato esteso a tutte le classi, dalla prima alla quinta. Delle due ore a settimana di educazione fisica, una la svolgono con l'esperta. L'importante è promuovere la disciplina e valorizzare anche l'aspetto ludico del giocare ed essere una squadra''. Qualcuno farà anche un po' fatica ma si tratta pur sempre di bambini dai 5 ai 10 anni con davanti tutto il tempo per imparare. E chissà che tra loro non si nascondano i futuri Belinelli e Gallinari, oppure le future Nadia Raimondi.

''Cestisticamente sono cresciuta nella GEAS di Sesto San Giovanni, la mia città natale'' ha commentato l'ex campionessa della nazionale italiana di basket femminile. ''Da quando mi sono trasferita in queste zone ho ripreso a frequentare le palestre e pian piano ad allenare. Potrei prendere squadre fino alla Serie B, ma ora sto finendo il corso di istruttore per minibasket. L'importanza di questo progetto è fare conoscere la pallacanestro ai bambini. Ultimamente i settori giovanili delle squadre sono un po' in difficoltà. I bambini giocano a calcio e le bambine a pallavolo, oppure tanti non praticano nemmeno uno sport. Rispetto all'anno scorso però abbiamo riscontrato un aumento di iscritti nei Rhinos. I numeri ci stanno dando ragione, queste iniziative funzionano''.

Pasquale Antuoni, il professore di educazione fisica

Ma soprattutto ''Progetto Minibasket'' non si concluderà il 5 febbraio con l'ultima lezione di un'ora insieme alla cestista Raimondi. Il 29 gennaio, a scuola, gli alunni incontreranno due specialisti del CAB Polidiagnostico (ente che sostiene e collabora nell'iniziativa) che spiegheranno loro le basi della posturologia e di un'alimentazione sana.
Sono il dr. Matteo Godina e la nutrizionista d.ssa Laura Maragno. Nella stessa mattinata incontreranno anche Roberto Moioli (sempre del CAB) nonché il presidente dei Rhinos, Ulisse Bonfanti. La serata finale del progetto si terrà giovedì 7 febbraio a Cascina Maria di Paderno, in un incontro dedicato ai genitori e dove gli esperti spiegheranno loro le regole per una sana e corretta alimentazione e vita sportiva come primo strumento di educazione e prevenzione.
A.S.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco