Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 294.153.699
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
polveri sottili
Valore limite: 50 µg/mc
indice del 15/03/2019

Merate: 18 µg/mc
Lecco: v. Amendola: 9 µg/mc
Lecco: v. Sora: 7 µg/mc
Valmadrera: 6 µg/mc
Scritto Sabato 12 gennaio 2019 alle 17:08

Merate: al via la nuova gestione del centro di P.zza Minzoni, opportunità del territorio

"Senza cambiamento non ci sono sfide. Senza sfide la vita è una routine, una lenta agonia. E senza cambiamento non c'è merito. È nel cambiamento che emerge il meglio di ognuno di noi. Chi supera il cambiamento supera se stesso senza essere superato". È con questa citazione tratta da Einstein che il presidente di Sineresi Mauro Riva ha presentato la nuova proposta per il centro anziani di Merate, da questo pomeriggio "praticamente" gestito dalla coop. Tantissime persone questa mattina hanno popolato il salone di piazza Don Minzoni per la presentazione della proposta progettuale; tra i presenti anche il Sindaco Andrea Massironi e l'Assessore John Patrick Tomalino.

Andrea Massironi, John Patrick Tomalino, Mauro Riva, Francesco Gerosa


È stato proprio il primo cittadino a prendere la parola davanti a tutti, ringraziando i numerosi presenti e "chi, per 17 anni, ha portato avanti questo servizio, in particolare i due presidenti, Ravasi e Gerosa, e il consiglio direttivo. Ci si accorge solo ora che vengono meno, dopo vent'anni, quanto siano importanti i volontari per il nostro Paese e per la città di Merate". "Senza i volontari si rischia di perdere un pezzo importantissimo della nostra storia" ha continuato Massironi, "dall'altra parte sono anche contento e faccio gli auguri a chi subentra: è una cooperativa che già conosciamo, perchè gestisce il nostro asilo, e sappiamo quanto bene lavora".

John Patrick Tomalino

Anche l'Assessore Tomalino si è detto contento ed emozionato per questo nuovo inizio, sottolineando anche la lunga storia del centro e ricordando a tutti che "si parte da questa esperienza per lanciare contemporaneamente qualcosa di nuovo. Questo è lo spirito, attraverso le linee guida, che l'Amministrazione ha voluto inserire nel bando. Dentro queste mura ci saranno tantissime attività, alcune già regolarmente svolte, ma non solo rivolte agli anziani: la nostra idea è quella di rendere questo centro un punto di aggregazione anche per i più piccoli, per i ragazzi e per gli adulti; vogliamo far sì che l'anziano diventi il perno di tutto il sistema sociale".

VIDEO


L'Assessore ha anche precisato che nel progetto è compreso un coinvolgimento del territorio a 360 gradi: "questo centro non è stato frequentato solo dai meratesi nel passato, ma anche da molte persone provenienti dal territorio circostante. Per questo abbiamo pensato di chiedere a Sineresi di coinvolgere anche altre realtà del territorio, dalle associazioni ad altre cooperative. In questo modo, secondo noi, crescerà a Merate una rete che diventerà virtuosa".

Mauro Riva

La collaborazione e il proseguimento di quanto è stato fatto fino ad oggi sono state quindi le parole ripetute da chi è intervenuto ad illustrare il progetto, a partire dal presidente di Sineresi, che ha preso la parola dopo l'intervento delle Autorità per presentare la sua cooperativa: "siamo una cooperativa sociale di questo territorio, lavoriamo praticamente ed esclusivamente nella provincia di Lecco; per noi infatti essere legati al territorio è uno dei comandamenti che ci accompagna sempre. Siamo strutturati, facciamo tante cose; nasciamo 4 anni fa dalla fusione di altre due cooperative che compierebbero insieme 30 anni di vita. Siamo nuovi quindi, ma abbiamo una grossa storia alle spalle, sempre legata a questo territorio. Ci piace fare cooperazione con il territorio ma nella maniera più aperta e possibile: non siamo qui a chiudere quello che è stato fatto prima di noi, siamo qui per proseguirlo, questo per noi è fondamentale. Concretamente significa che ciascuno di voi deve e può essere parte di questo centro, che non è il centro della cooperativa Sineresi, è il centro degli anziani e non solo della città di Merate".

Francesco Gerosa

Giancarla Colombo

Riva ha sottolineato che Sineresi raccoglierà l'eredità lasciata dall'Associazione culturale e ricreativa meratese in questi vent'anni di attività e proseguirà sullo stesso percorso, apportando novità per costruirla al meglio: "è ovvio" ha detto Riva, "bisogna cambiare delle cose quando ci si incontra tra soggetti nuovi. Ma cambiare significa tenere il buono, dare continuità alle cose buone che sono state costruite; tutto questo noi lo vogliamo fare con voi: chiunque vuole venire a dare una mano può semplicemente diventare socio volontario di Sineresi; noi siamo qui apposta per aprire le porte, non per chiuderle". Successivamente è intervenuto anche Francesco Gerosa, presidente dell'Associazione culturale, che ha ricordato che "il gruppo ha vissuto, dal 1999, tantissimi momenti davvero fulgidi ma poi la mancanza di personale, perchè l'invecchiamento è inevitabile, ha fatto sì che certe attività diminuissero. Io sono comunque contento di tutto quello che l'associazione ha fatto in questi anni: dalla tombola del giovedì alle gite, i concerti, ricordo anche che abbiamo ospitato una volta una scuola di danza, abbiamo fatto incontrare gli anziani del Frisia e quelli di Villa Cedri, abbiamo coinvolto in tantissimi modi diversi tutti gli anziani di Merate. Ringrazio tutti quelli che sono passati al servizio dell'associazione e a tutti i volontari che si sono dati da fare anche per la gestione del bar".

Le operatrici che lavoreranno al centro e al bar

Prima di chiudere il suo intervento, Gerosa ha invitato i soci a rinnovare la tessera anche per il nuovo anno, aiutando così l'associazione a chiudere in positivo il bilancio del 2018 e, soprattutto, a moderare i toni durante le partite di carte. Da ultima è intervenuta Giancarla Colombo, direttrice della cooperativa, per presentare il nuovo programma settimanale e le iniziative che verranno indette: "innanzitutto faremo in modo che, come richiesto dall'Amministrazione, il centro diventi un punto di riferimento di proposte di protagonismo per gli anziani di questa città ma che raccolga anche la sfida di aprirsi a qualche proposta che possa fare promozione sociale e culturale anche con i giovani e le famiglie in una prospettiva di comunità. Non siamo qui per gestire le cose, lo faremo con la collaborazione di chi già è presente. Accogliamo volentieri la sfida di mettere insieme una proposta sociale con la tenuta di un esercizio commerciale, rappresentato dal bar. Non stravolgeremo nulla rispetto a quello che siete abituati a vivere qui dentro, proseguiremo con l'ordinarietà di questi anni e integreremo con delle proposte specifiche per aumentare l'offerta di attività e favorire l'ingresso di nuove persone".

Francesco Gerosa, l'assessore John Patrick Tomalino, Giancarla Colombo, il sindaco Andrea Massironi, Mauro Riva

Il centro sarà aperto tutti i giorni lavorativi, tranne il mercoledì, dalle 13 alle 19;  ci sarà un'apertura straordinaria il martedì dalle 9 alle 13, con le attività che riprenderanno nel pomeriggio dalle 14 alle 19. Il sabato e la domenica sarà aperto invece dalle 14 alle 19. "Abbiamo pensato a delle proposte d'avvio" ha annunciato Giancarla Colombo, "a partire dal calendario e alle ricorrenze e festività: ad esempio a febbraio, per Sant'Agata, faremo qualcosa per le donne, a carnevale a marzo proporremmo qualcosa con le famiglie e i bambini". L'idea della cooperativa è di rendere lo spazio del centro anziani anche un punto di riferimento per la salute ed il benessere: per questo motivo a breve partirà il martedì mattina un corso di ginnastica dolce. La direttrice di Sineresi ha anche presentato le quattro operatrici professionali che saranno attive al centro: Raffaella, Valentina, Elena e Monica si divideranno tra il bar -che diventerà un luogo di consumo aperto a tutti- e le attività con gli ospiti. Al termine della presentazione, Sineresi ha invitato tutti al rinfresco.
Beatrice Frigerio
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco