Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 294.240.809
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
polveri sottili
Valore limite: 50 µg/mc
indice del 15/03/2019

Merate: 18 µg/mc
Lecco: v. Amendola: 9 µg/mc
Lecco: v. Sora: 7 µg/mc
Valmadrera: 6 µg/mc
Scritto Venerdì 11 gennaio 2019 alle 18:58

Bernareggio: un esposto del Codacons per rifiuti abusivi

Il Codacons vuol vederci chiaro dopo l'ultimo scarico abusivo di immondizia a Bernareggio. Lo stesso ente ha comunicato che a breve si attiverà con un esposto alla Procura. Il motivo dell'entrata in scena dell'organismo di tutela è dovuto all'ultima vera e propria montagna di rifiuti in vista nei campi a nord di Bernareggio, verso Verderio, poco distante dal municipio, e ancora meno dal Parco Baleno e dall'Asilo Rodari, rinvenuta e segnalata nelle ultime ore.
Il Coordinamento delle associazioni per la difesa dell'ambiente e dei diritti degli utenti e dei consumatori è intervenuto sull'argomento con una nota in cui si fa riferimento allo scarico di materiale segnalato (soprattutto di tipo edile), chiedendo immediate azioni all'amministrazione per sgomberare la porzione interessata e in generale risolvere il problema di tutta l'area dei campi, che soffre l'isolamento e di cui a quanto pare sono in molti ad approfittarne, probabilmente nelle ore serali e notturne.



"Interventi incisivi atti ad una effettiva e definitiva risoluzione del problema non sono ancora stati posti in essere dalle autorità e il problema si sta sempre più aggravando - si legge nel comunicato del Codacons - Sarebbe infatti necessario in primo luogo uno smaltimento subitaneo dei rifiuti ivi abbandonati ed in secondo luogo un adeguamento dei sistemi di videosorveglianza. Infatti nella zona è segnalata la presenza di telecamere, ma è da pensare, visto il persistere dell'abbandono dell'immondizia, che esse non siano funzionanti o che non vengano sfruttate appieno. E' pertanto necessario che l'amministrazione agisca il prima possibile per far fronte alla questione in esame, agendo al fine di bonificare l'area, smantellando i rifiuti presenti, e in aggiunta a ciò rendendo fruibili le telecamere della zona, in modo da poter individuare i colpevoli di tali azioni sconsiderate. Necessario inoltre verificare se nel perdurare della problematica in esame non vi siano responsabilità. Per queste ragioni il Codacons invierà un esposto in Procura, al fine di richiedere di vagliare la questione in oggetto e verificare se nella stessa sussistano eventuali responsabilità".
Il cumulo era presente nella zona probabilmente da molto più tempo rispetto a quando è stato denunciato, ma nell'ultimo periodo ha visibilmente aumentato il suo spessore, con lavabi, gomme di automobili, inerti, assi di legno, polistirolo che hanno fatto capolino, creando una macchia ben visibile anche da lontano. Spetterà ora al CEM ripulire l'intorno incriminato.
M.L.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco