Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 294.240.081
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
polveri sottili
Valore limite: 50 µg/mc
indice del 15/03/2019

Merate: 18 µg/mc
Lecco: v. Amendola: 9 µg/mc
Lecco: v. Sora: 7 µg/mc
Valmadrera: 6 µg/mc
Scritto Venerdì 11 gennaio 2019 alle 18:15

Arlate, un lettore segnala: ecco lo stato del depuratore

Spett.Redazione
Questa è una foto di 2 giorni fa del Depuratore di Arlate (Strada Consorziale dell’Adda) dismesso da più di 2 anni, cioè da quando è stato fatto l’allacciamento al nuovo tracciato in Via Nuova Provinciale.

Se paragonata a quella da voi pubblicata il 26-7-2016……….non è cambiato nulla.
Nel frattempo però era stata fatta una interrogazione all’attuale Amministrazione Comunale, presentata il 30/5/2016 dalle due minoranze consiliari (da me sollecitate), e la risposta era stata:
- strutture di competenza di L.R.H.
- non saranno dismessi, ma “riconvertiti” a fronte di una progettazione specifica.

“Riconvertire” è la parolina magica in uso da diversi anni: dice….significando nulla, se non è accompagnata dalla “progettazione” e relativi tempi di attuazione.

Ora, poiché detta struttura è a circa 20 metri dalle abitazioni di Via Nuova Provinciale 31 (Cascine dell’Adda Lotto 3) sarebbe opportuno “riconvertirla”.
Non perché non sia bella da vedere, ma…….perchè è potenzialmente pericolosa e fonte di zanzare (e odore) nei periodi caldi.

Ritengo che un’Amministrazione Comunale non si debba accontentare di una risposta semplicistica come quella data da L.R.H ma attivarsi per arrivare alla soluzione di problemi.

Per inciso: a suo tempo avevo anche contattato in merito l’Assessore ai lavori pubblici dell’Amministrazione precedente e la risposta sarcastica era stata “la riempiremo di terra e ci metteremo i fiorellini”. Non sarebbe una soluzione pessima, anche……..senza fiorellini.

Domanda: qualcuno vuol fare qualcosa? O forse………si pretende troppo dalle pubbliche Amministrazioni?.
Cordialità

GG

(P.S. Negli ultimi anni il costo dell’acqua da quanto mi risulta è almeno quintuplicato. Grazie L.R.H. - Idrolario & C.!)
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco