Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 294.021.760
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
polveri sottili
Valore limite: 50 µg/mc
indice del 15/03/2019

Merate: 18 µg/mc
Lecco: v. Amendola: 9 µg/mc
Lecco: v. Sora: 7 µg/mc
Valmadrera: 6 µg/mc
Scritto Mercoledì 09 gennaio 2019 alle 17:49

Ronco: ''La Rosa Blu'' piange l'amico Gianprimo Brambilla

Se n'è andato lasciando il ricordo della sua passione e dell'entusiasmo ben impressi in quanti, utenti, volontari e operatori della cooperativa La Rosa Blu, hanno avuto il privilegio di conoscerlo da vicino. Da tempo in lotta contro la malattia, Gianprimo Brambilla è volato in cielo in silenzio durante le feste di Natale, lasciando quel vuoto incolmabile che solo in pochi, generalmente i grandi, sanno imprimere. Un contributo, il suo per La Rosa Blu, iniziato trent'anni fa, quando poco più che maggiorenne si prese l'impegno di rimanere accanto ai ragazzi disabili assistiti nel centro, dal 1992 trasferito in via Battisti, nella sede delle ex scuole elementari, dal 2015 ampliata con le attività "riabilitative" del Roseto.

Gianprimo Brambilla

Nel centro Gianprimo spendeva gran parte delle sue giornate. Lui che della cooperativa è stato anche direttore generale. Ma nell'immaginario ricordato senz'altro per la vena carismatica e versatile da tuttofare. Un coordinatore che sapeva amare e per questo era profondamente amato, capace di distendere l'atmosfera come nessun altro, grazie all'inconfondibile sorriso e alla battuta sempre pronta. In tanti in paese gli hanno reso l'omaggio commosso alle esequie venerdì scorso, per un impegno costante e sentito che non si è limitato alle sole mura della Rosa Blu, arrivando anche al cineteatro, in oratorio e all'interno del consiglio pastorale, di cui faceva parte.
M.L.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco