Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 288.356.555
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
polveri sottili
Valore limite: 50 µg/mc
indice del 13/01/2019

Merate: 81 µg/mc
Lecco: v. Amendola: 69 µg/mc
Lecco: v. Sora: 54 µg/mc
Valmadrera: 75 µg/mc
Scritto Lunedì 07 gennaio 2019 alle 16:35

Il Cimabue della curva

Gentile Direttore

Diversi anni or sono a "Carosello" si poteva vedere quale pubblicità di un amaro un gradevole cartone animato: Cimabue, maldestro fraticello, combinava ingenuamente una lunga serie di piccoli disastri, e i confratelli intonavano in coro "Cimabue-Cimabue fai una cosa ne sbagli due", poi Frate Priore sedava gli animi.

Il Cimabue in divisa della Polizia, dei Pompieri o di Casapound è maldestro più del fraticello, ma non ingenuo: è un teppista mediatico, fra tanti privilegi ha al suo servizio una squadra di tirapiedi (fra cui il figlio del presidente RAI) al costo di €1500,00 al giorno (fonte Corriere della sera), incaricati di segnalare i target delle sue sparate, proposte su ogni mezzo di comunicazione possibile. Non vi sono quindi scusanti agli strafalcioni, insulti ai numerosi nemici, e ai grotteschi comportamenti che ci propina più volte al giorno.

Si fa fotografare mentre stringe con affetto, allo stadio, le mani di un pericoloso pregiudicato, autore in passato di un pestaggio a danno di un tifoso della squadra avversa, il quale finì in coma perdendo l'utilizzo di un occhio. Inoltre l'autore del gesto, a settembre, ha patteggiato una condanna per spaccio di stupefacenti, ma per il Ministro della Paura è una persona che va allo stadio per divertirsi.

Come emerso dalle indagini, dopo la morte di un tifoso il 26 dicembre, queste "brave persone" visionano i luoghi degli scontri, stazionano ai caselli autostradali in attesa dei contendenti, tifosi della squadra avversaria, e in 6/7 minuti avviene il pestaggio. Questi loschi figuri non hanno nulla in comune con il calcio, si tratta di militanti di estrema destra, ultrà razzisti che si organizzano nelle loro sedi, dimentichiamoci il personaggio del tifoso interpretato da Abatantuono. Dovrebbe essere (se fosse una persona seria) compito del Ministro dell'Interno colpirli duramente, invece vuole convocarli al Viminale per discutere, pazzesco!! Ma non troppo, si tratta di un importante bacino elettorale e di militanza fascio-leghista, vedi l'appoggio dato da Libertà e Azione alle elezioni regionali.

Per mesi il mega ministro ha insultato con veemenza i Commissari europei che espletavano il Loro ruolo istituzionale, ha bruciato miliardi di euro facendo salire lo spread a livelli berlusconiani. Ottenendo quasi nulla, Il Prestanome e il Rag.Filini (Conte e Tria), con il capello in mano, hanno cercato di arginare i disastri, il risultato nettamente inferiore alle aspettative significa di fatto un triennale commissariamento da parte della Commissione Europea.

Il giorno di Santo Stefano, a causa di seri errori gestionali del Ministero degli Interni, veniva trucidato a Pesaro il fratello di un pentito di camorra. Nei pressi di Catania a causa di un terremoto provocato dall'eruzione del'Etna venivano sfollate oltre 600 persone, e nel frattempo Salvini immortalava la sua colazione con pane e nutella, in spregio agli accadimenti: comportamento coerente per chi ha berciato per anni "forza Etna".

Ma al vulcanico Ministro degli Inferni l'Italia va stretta, urgeva la figuraccia internazionale, durante una visita nella Palestina occupata, per ingraziarsi il sionista Netanyahu accusò di terrorismo il gruppo patriottico Hezbollah, fautore della liberazione in Siria della comunità cristiana dopo un anno di occupazione da parte dei terroristi islamici. Tale idiozia mise in serie difficoltà la missione militare italiana, operativa da anni in quella zona.

Mentre scrivo è in atto la battaglia contro i Sindaci che stanno osteggiando la legge della vergogna, in difesa della Costituzione Italiana oltre al mantenimento del concetto di umanità, ostico per il Ministro della Mala vita, (cit. Saviano). Applicare tale obbrobrio significherebbe, oltre al resto, aumentare i problemi di sicurezza, in contrapposizione a quanto predicato dal purtroppo Ministro.

Le sparate elettoralistiche che ci hanno angustiato per mesi si sono tradotte in tonnellate di aria fritta: reddito di cittadinanza, abolizione della legge Fornero, flat-tax, aumento delle pensioni, autonomia delle regioni (con referendum costato oltre 500 milioni a noi lombardi), trasporti ferroviari regionali rimasti da quarto mondo, gestiti dai leghisti per oltre venti anni.

Mi chiedo con tristezza cosa debba ancora succedere per sradicare dalla testa dei vari Ale LXIV l'insana infatuazione per il Cimabue della curva??

Concludo, gentile Direttore, formulando a Lei, alla Redazione, ai Lettori (leghisti esclusi) i migliori auguri per uno splendido duemiladiciannove.
Fulvio Magni
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco