Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 288.354.642
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
polveri sottili
Valore limite: 50 µg/mc
indice del 13/01/2019

Merate: 81 µg/mc
Lecco: v. Amendola: 69 µg/mc
Lecco: v. Sora: 54 µg/mc
Valmadrera: 75 µg/mc
Scritto Lunedì 24 dicembre 2018 alle 15:28

Verderio: considerazioni all'interpellanza delle minoranze sul PA Marinetti e la presunta incompatibilità

La minoranza in un Comune ha l'importante compito di stimolare l'Amministrazione, evidenziarne le mancanze,  anticiparla nell'individuare gli obiettivi utili. Niente di tutto questo è stato fatto da chi a Verderio avrebbe dovuto almeno essere in grado di criticare con cognizione di causa l'opera di chi ha governato il paese in questi cinque anni. Dimostrando ancora una volta la propria insipienza, adesso inventano che nella consulta urbanistica il consigliere Colnaghi avrebbe pilotato per motivi di interesse personale l'indicazione di un luogo da preferire per attrezzare un'area da riservare alle necessità degli amici dell'uomo, i cani.  Trasmetto le considerazioni che gli altri componenti della stessa Consulta, escluso lo stesso Colnaghi che non è stato messo al corrente dell'iniziativa, ritengono utili per chiarire  come si lavora nella Consulta , dove siede anche un rappresentante della stessa minoranza.

Paolo Bellotto 


I componenti della Consulta Urbanistica-LLPP-Ambiente, Bellotto Paolo, Sacilotto Alfredo, Pirovano Andrea, Villa Fabrizio, sono venuti a conoscenza della interpellanza presentata dai Consiglieri di minoranza Benedetti Marco e Viani Caterina riguardante la presunta incompatibilità del Consigliere Colnaghi Ezio, in quanto tecnico progettista incaricato per l'attuazione del Piano di via Marinetti nonché componente della Consulta.
Il giorno 8 maggio scorso la Consulta ha discusso la questione della scelta di quale area di proprietà pubblica fosse la più idonea ad essere indicata come "area cani", precisando che quella di via Marinetti non è stata presa in considerazione, indipendentemente dalle sue previsioni urbanistiche, in quanto troppo lontana dal centro abitato. Volendo scegliere un'area periferica, allora sarebbe stata più idonea l'area compresa fra la piattaforma ecologica e il depuratore consortile in via dei Bacilli, facilitando ancor più il compito ai Consiglieri di opposizione.
E' stata invece individuata l'area ad ovest della palestra in quanto baricentrica e in prossimità dell'abitato come risulta dettagliatamente dai verbali redatti e a conoscenza dei Consiglieri Comunali.
Ritengono l'Interpellanza presentata in Consiglio Comunale pretestuosa, lesiva dell'intelligenza e autonomia di giudizio dei componenti facenti parte della Consulta, compresa quella del componente che rappresenta la minoranza consigliare, sino a sfiorare l'offesa individuale.
Sottolineano che il lavoro svolto da tutti i componenti della Consulta sino ad oggi si è sempre svolto in un clima di collaborazione e reciproca stima, ed ha permesso la trattazione di numerosi argomenti che saranno riepilogati nella relazione che sarà presentata all'attenzione dei Consiglieri Comunali in una delle prossime sedute di Consiglio.
Bellotto Paolo - Sacilotto Alfredo - Pirovano Andrea - Villa Fabrizio
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco