Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 294.149.322
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
polveri sottili
Valore limite: 50 µg/mc
indice del 15/03/2019

Merate: 18 µg/mc
Lecco: v. Amendola: 9 µg/mc
Lecco: v. Sora: 7 µg/mc
Valmadrera: 6 µg/mc
Scritto Lunedì 17 dicembre 2018 alle 13:24

Sanità: prime indiscrezioni sulle nomine dei DG, per Lecco si parla di... un altro piemontese

Gianni Bonelli
(foto ASL di Biella)
Come già Stefano Manfredi, poi promosso all'Istituto dei Tumori di Milano non portando a termine il mandato ai piedi del Resegone, anche il prossimo DG dell'ASST di Lecco potrebbe sbarcare "su quel ramo del lago di Como" dritto dritto dal Piemonte. Il nome che circola è quello di Gianni Bonelli.
Lo anticipa quest'oggi il Corriere della Sera che, con alcune anteprime ancora tutte in cerca di conferma, punta a mettere alcuni tasselli nel puzzle da 40 pezzi in fase di composizione in Regione per attribuire a ciascuna Agenzia della tutela delle salute (ATS), Azienda socio sanitarie territoriali (ASST) e Fondazione IRRCS della Lombardia un Direttore.
Dati per sicuri o quasi, dall'articolista Simona Ravazza, Ezio Belleri al Policlinico di Milano, Carlo Nicora al San Matteo di Pavia, Marco Trivelli ai Civili di Brescia e Matteo Stocco, oggi al San Gerardo a Monza destinato ai Santi Paolo e Carlo prendendo il posto di Marco Salmoiraghi, che dovrebbe salire in Direzione generale dell'assessorato al Welfare per  affiancare - in qualità di numero 2- Luigi Cajazzo. Il predecessore  di quest'ultimo, Walter Bergamaschi parrebbe poi di ritorno in Sanità andando a sedere all'ATS di Milano nella casella lasciata libera da Marco Bosio, "lanciato" per il Niguarda.
Tra i riconfermati parrebbe invece esserci Alessandro Visconti, manager stimato che guida la filiera Sacco-Fatebenefratelli-Buzzi-Macedonio Melloni. E certa è data la volontà - come già fece Maroni - dell'amministrazione Fontana di pescare anche fuori i confini lombardi, sempre chiaramente restando nella top 100 resa nota a inizio mese dopo i colloqui psicoattitudinali. E tra questi, dalla Liguria si immagina Eugenio Porfido per il Varesotto e appunto Gianni Bonelli per il lecchese. Classe 1968, nato a Casale Monferrato (Alessandria), bocconiano , attualmente dirige l'ASL di Biella dopo una lunga esperienza maturata sul territorio, sempre in ambito sociosanitario.
Nelle prossime ore maggiori informazioni.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco