Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 285.279.455
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
polveri sottili
Valore limite: 50 µg/mc
indice del 26/11/2018

Merate: 33 µg/mc
Lecco: v. Amendola: ND µg/mc
Lecco: v. Sora: 15 µg/mc
Valmadrera: 13 µg/mc
Scritto Giovedì 06 dicembre 2018 alle 18:51

Calco: entro la fine del 2019 arriva la fibra, anche ad Arlate

Internet ultraveloce a Calco entro la fine del 2019. In due parole: fibra ottica. Arriverà anche in paese (e ad Arlate), come accennato poco più di una settimana fa anche in consiglio comunale, e sarà la migliore ''sul mercato'', ovvero la Ftth (fiber to the home), direttamente nelle case. Giovanni Chiaffarelli, consigliere comunale delegato, tra le altre cose, all'informatizzazione, ha preferito essere di manica larga con le tempistiche. ''Siamo rientrati nel progetto di Infratel, finanziato dal Ministero dello sviluppo economico e da Regione'' ha spiegato il consigliere. ''Sono sostanzialmente stati investite parecchie risorse che su tutto il territorio nazionale arrivi, presto o tardi, la fibra''.
Calco, ha proseguito, è già in una fase avanzata dell'intervento. ''Mancano le ultime autorizzazioni e gli uffici sono già al lavoro'' ha proseguito. ''Mercoledì prossimo incontreremo l'ing. Egidio Falbo di Openfiber (in sostanza, una succursale di Enel che posa la fibra ottica nelle cosiddette ''zone bianche'', dove Telecom non ha interesse ad investire, ndr). Nella pratica andremo a capire quando incominceranno i lavori, che dovranno però essere necessariamente coordinati con il Comune''.
Essendo in procinto di partire, sempre nel 2019, anche un piano di asfaltature piuttosto corposo, l'Amministrazione ha infatti fatto sapere di preferire intervenire dopo la posa dei cavi, che in alcuni casi, ha aggiunto Chiaffarelli, dovranno per forza passare per via aerea.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco