Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 293.913.335
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
polveri sottili
Valore limite: 50 µg/mc
indice del 15/03/2019

Merate: 18 µg/mc
Lecco: v. Amendola: 9 µg/mc
Lecco: v. Sora: 7 µg/mc
Valmadrera: 6 µg/mc
Scritto Sabato 01 dicembre 2018 alle 16:02

Merate: la Giunta approva la spesa di 92mila € per illuminare l’Area Cazzaniga. Serve davvero? Torna la sosta in Via Pascoli

Il progetto originario dell'area Cazzaniga

Con delibera 168 del 27 novembre scorso la Giunta Comunale di Merate ha approvato in via definitiva lo stanziamento di 92mila euro per potenziare l'illuminazione dell'Area Cazzaniga. Assente solo John Patrick Tomalino, i delegati del sindaco, Massimiliano Vivenzio, Giuseppe Procopio, Silvia Maria Sesana e Federica Gargantini hanno convenuto sulla necessità di investire questa consistente somma per "opere di completamento dell'illuminazione" di quella parte di città che, sinora, è stata soltanto una disgrazia a spese collettive. Prima per una costruzione durata 15 anni e costata oltre 4 milioni di euro, poi con la gestione di un bar che ha provocato scontri durissimi tra gestori, clienti e residenti e ora con una nuova spesa che in Consiglio comunale sia il centrosinistra sia il centrodestra rappresentato in aula dalla Lega hanno giudicato eccessiva e immotivata.

Massiliamo Vivenzio, Giuseppe Procopio, Maria Silvia Sesana, Federica Gargantini

Ma forse, alla luce delle ultime indiscrezioni, immotivata non è. Si dice infatti che ci sia un gruppo capitanato da un giovane imprenditore della ristorazione, già attivo in città pur avendo a Montevecchia la base di partenza che con alcuni investitori sia intenzionato a partecipare alla gara di assegnazione della gestione dell'intero comparto. A rafforzare questa tesi ci sono altri due elementi che sono stati approvati sempre dalla maggioranza di Più Merate durante l'ultimo Consiglio comunale, ancora col voto contrario delle opposizioni: il bando che sarà emanato prevederà, come contemplato nell'atto di indirizzo, la concessione dell'area non più la locazione come in passato. E, grazie appunto alla modifica della forma negoziale, la durata non sarà più di 6 anni + altri 6 ma addirittura di 15 anni consecutivi.
Insomma tanti elementi che varrebbe la pena di approfondire per comprendere se siano in connessione tra loro e se la spesa tanto elevata per illuminare un pezzo minimale della città abbia qualche rilievo nel bando di gara. Le minoranze in Aula avevano fatto notare come vi sono ancora diverse vie con scarsa o nulla illuminazione che forse meritavano la precedenza. Ma il rilancio dell'Area Cazzaniga è da sempre la parola d'ordine della squadra guidata da Andrea Massironi. E renderla attraente va in questa direzione.

Sempre in tema di atti amministrativi c'è da segnalare l'ordinanza numero 36 del 30 novembre che revoca la nr. 32 del 16 novembre. Quest'ultima diffusa per regolare transito e sosta nei giorni di mercato, conteneva un refuso da noi segnalato, avendo inserito anche via Pascoli tra le strade in cui la sosta è vietata. A via Pascoli si accede salendo da via Parini e svoltando a destra su via Lombardia. Il divieto di sosta anche in via Pascoli avrebbe provocato ulteriori disagi soprattutto a quanti vivono e lavorano all''interno dell'area mercatale. Restano in vigore il divieto di sosta in tutte le vie e piazze all'interno del perimetro centrale, dalle 6 alle 15 (15,30 in piazza don Minzoni) e il divieto di transito dalle 6,30 alle 15 (15,30 don Minzoni).

© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco