Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 302.907.711
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
polveri sottili
Valore limite: 50 µg/mc
indice del 19/06/2019

Merate: 29 µg/mc
Lecco: v. Amendola: 21 µg/mc
Lecco: v. Sora: 21 µg/mc
Valmadrera: 20 µg/mc
Scritto Sabato 01 dicembre 2018 alle 10:38

Il San Michele merita un attento restauro conservativo

Leggo, sul vostro giornale, l'intervento dell'amico Giovanni Zardoni relativo all'appalto dei lavori e della progettazione della riqualificazione del ponte di Paderno d'Adda.

Mi pare superfluo soffermarmi sul valore storico ed ingegneristico dell'opera esempio splendido di archeologia delle grandi strutture in ferro realizzate nella seconda metà dell'ottocento.

Incantevole l'inserimento paesistico in un contesto già pregno di bellezza naturale e dell'ingegno umano.

Vorrei soffermarmi sulle barriere anti - suicidio.

Mi sento di dissentire dalla proposta di RFI (pare) di conservare le orribili reti metalliche aggiunte ma dissento ancor di più dalla proposta di Zardoni di sostituire l'attuale parapetto con un altro di maggiore altezza.

L'opera merita un rigoroso restauro conservativo quindi la conservazione integra di ogni componente originale.

La necessità di adeguare la struttura alle esigenze di sicurezza si risolve in altro modo.

Ogni elemento aggiunto deve essere riconoscibile e reversibile.

Riconoscibile per materiale e colore, reversibile perché non deve intaccare la parte originale e essere asportabile senza creare danno alla struttura storica

Ad esempio l'uso di lastre di vetro strutturale neutro e antiriflesso, di adeguata altezza, potrebbe essere, a mio giudizio, un'ottima soluzione.

Sia per chi percorre il ponte, o lo osservi da lontano, la percezione visiva sarà coincidente con quella attuale.

Una lastra di vetro strutturale di adeguata altezza risulta efficacemente insuperabile.

 

Cordialità.

 

Umberto Carozzi
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco