Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 288.356.049
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
polveri sottili
Valore limite: 50 µg/mc
indice del 13/01/2019

Merate: 81 µg/mc
Lecco: v. Amendola: 69 µg/mc
Lecco: v. Sora: 54 µg/mc
Valmadrera: 75 µg/mc
Scritto Sabato 01 dicembre 2018 alle 10:25

Il Ponte di Paderno paga la mancanza di manutenzione preventiva

Spettabile Merateonline,

l'articolo di Giovanni Zardoni sul Ponte di Paderno mi dà lo spunto per alcune considerazioni di natura tecnica sullo stato del manufatto. Non ho visto il progetto definitivo commissionato da R.F.I., ma ho letto la relazione della Società d'Ingegneria ITS che ha effettuato una diagnosi dello stato del ponte, giungendo alle seguenti conclusioni riguardo alle verifiche statiche:

"... problemi alle controventature di piano dell'arco, della trave reticolare e della base delle pile."... . In generale si consiglia il ripristino di tutti gli elementi deteriorati a causa del continuo ristagno d'acqua".

In primis, quindi, sono necessari interventi di rinforzo strutturale.

Mi sembra chiaro che i problemi siano dovuti a 130 anni di corrosione, forse mai sufficientemente contrastata con interventi di verniciatura antiruggine; in tal modo gli elementi strutturali sono diminuiti di spessore a scapito della loro resistenza agli sforzi cui sono sottoposti.

Tanto per avere un riferimento la coeva Tour Eiffel è soggetta a verniciatura anticorrosione ogni sette anni; presumo che l'acciaio sia dello stesso tipo di quello del S.Michele e, per di più, i carichi cui questo è sottoposto sono ben superiori a quelli della Tour.

In effetti l'Ing. Gustave Eiffel prescrisse tale trattamento continuativo affermando che " La verniciatura è l'elemento essenziale di conservazione di un'opera metallica e la cura con cui viene effettuata è la sola garanzia della sua durata".

Probabilmente l'avrà prescritto anche il progettista del S. Michele, Ing. Jules Rothlisberger ma, si sa, siamo in Italia, non in Svizzera.

Peccato per un gioiello ingegneristico, architettonico e funzionale!

Mi auguro che, effettuato l' intervento strutturale in progetto, vengano prescritte e programmate le indispensabili verniciature periodiche.

 

Ringrazio per l'ospitalità e saluto cordialmente,

Ing. Ernesto Passoni
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco