Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 294.022.638
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
polveri sottili
Valore limite: 50 µg/mc
indice del 15/03/2019

Merate: 18 µg/mc
Lecco: v. Amendola: 9 µg/mc
Lecco: v. Sora: 7 µg/mc
Valmadrera: 6 µg/mc
Scritto Mercoledì 28 novembre 2018 alle 13:40

Le nostre considerazioni sulla greenway, che sarà relizzata sul sedime ferroviario, e un pensiero alla circonvallazione di Pianezzo

Guido Torello di
Gente di Pianezzo
Questa sera il Consiglio Comunale di Olgiate ha all’ordine del giorno la

“Presentazione dello studio di fattibilità greenway su sedime ferroviario dismesso”

La nostra associazione ha più volte espresso la propria opinione sull’utilizzo del sedime ferroviario per la realizzazione delle piste ciclabili da e per Pianezzo.

Consideriamo ancora valide le nostre proposte presentate nell’aprile 2016 e parzialmente accolte dal Piano Urbano del Traffico (PUT) e riportate sul nostro sito www.gentedipianezzo.it nei due articoli del 16 aprile 2016:
•    Le Piste Ciclabili
•    Piano Urbano del Traffico

Nella presentazione  preliminare dello studio di fattibilità green way del 25 luglio scorso da  parte dell’arch. Marchisio ci siamo trovati d’accordo sulle due soluzioni del 1° tratto tra Cernusco e Pianezzo che ripercorrono le due piste da noi proposte:
•    Pianezzo - Cernusco
•    Pianezzo – Pagnano
anche se, per il primo tratto, è per noi preferibile utilizzare via ai Campi al posto del sedime ferroviario

Nel tratto successivo da Pianezzo al centro di Olgiate abbiamo ribadito la bontà della nostra proposta di  mantenere la pista ciclabile tutta nel comune di Olgiate, utilizzando strade comunali esistenti, non utilizzando il sedime ferroviario, (come riportato dalle tre immagini che corredano l’articolo sulle piste ciclabili dell’aprile 2016) realizzando una pista ciclabile molto più bella e con sicuro contenimento dei costi.
 
Ancora una volta sosteniamo che  tra Cernusco e Olgiate Centro il sedime ferroviario dismesso non è particolarmente utile per la realizzazione della pista ciclabile,  mentre è sicuramente valido nel tratto tra Olgiate e Airuno.

Tra Cernusco e Pagnano non esiste; dal vecchio passaggio a livello ( in fondo a via ai Campi) al centro di Pianezzo può essere sostituito dalla stessa via ai Campi, tra Pianezzo e via delle Robinie abbiamo suggerito (aprile 2016) le due alternative della strada comunale (via Romana) e di via Molino Cattaneo. Il tratto successivo da  via delle Robinie a Beolco, a Stalli, e inizio di via Aldo Moro, utilizzerebbe una bella strada sterrata (con un piccolo tratto asfaltato in Beolco) con traffico molto limitato.
Un più valido utilizzo del sedime ferroviario tra Pianezzo e Molino Cattaneo/via delle Robinie continua ad essere, per noi, la creazione della circonvallazione di Pianezzo come sosteniamo dal 2016.

Queste nostre proposte le abbiamo sostenute nell’incontro del mese di luglio,  hanno suscitato l’interesse del progettista e riteniamo verranno riportate nella presentazione di questa sera.
Gente di Pianezzo
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco