Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 284.874.982
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
polveri sottili
Valore limite: 50 µg/mc
indice del 26/11/2018

Merate: 33 µg/mc
Lecco: v. Amendola: ND µg/mc
Lecco: v. Sora: 15 µg/mc
Valmadrera: 13 µg/mc
Scritto Mercoledì 10 ottobre 2018 alle 07:28

Certificato medico under 6

Mi permetto di suggerire al gestore di fare come tutti gli altri gestori hanno fatto quest'anno; ovvero, l'italianissima autocertificazione del genitore che si impegna, comunque, a far visitare il bimbo.
Ma se il certificato non è obbligatorio, signori miei, non lo potete pretendere! Questo è.
Sarà giusto? Sarà sbagliato? Chissà...
Nella piscina frequentata da mia figlia, lo scorso anno, nella fascia under 6 di bimbi ne hanno "fermati" 4. Quindi il certificato non è inutile, anzi! Sebbene non sia il pezzo di carta a far la differenza ma, piuttosto, il controllo eseguito dal medico.
E allora mi chiedo se la cosa assurda non sia, piuttosto, il fatto che il pediatra (che visita i nostri figli minimo minimo 2-3 volte l'anno, con tanto di visite più approfondite ad "età filtro") ci chieda 40 profumati euro per mettere nero su bianco ciò che già ha avuto modo di verificare. Ovvero che il bambino sta bene.
Questo forse andrebbe abolito. Il costo. Non il certificato stesso.
Ma così è stato scritto e così si deve fare... Piaccia o no.
Saluti.
Anna
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco