Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie. Accetta
  • Sei il visitatore n° 280.248.218
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
polveri sottili
Valore limite: 50 µg/mc
indice del 11/10/2018

Merate: 52 µg/mc
Lecco: v. Amendola: 42 µg/mc
Lecco: v. Sora: 39 µg/mc
Valmadrera: 38 µg/mc
Scritto Martedì 09 ottobre 2018 alle 08:44

La Valletta: 'un'opera alla volta' e di quelle big come v.Roma si vedrà solo il definitivo

Non solo Villa Sacro Cuore. Portati a termine i lavori di efficientamento energico e di miglioramento antisismico al palazzetto dello sport e chiusa la questione del sintetico allo stadio, l'amministrazione comunale di La Valletta, mette ora in fila i prossimi interventi, partendo da una prima, fondamentale, ammissione: "siamo partiti tre anni fa con delle opere faraoniche, poi ci siamo trovati nella situazione di dover portare avanti una o due cose alla volta" ha dichiarato il sindaco Roberta Trabucchi, ben conscia di come non si siano ancora visti gli interventi di uno spessore non indifferente annunciati ad inizio mandato. "Noi siamo in pochi e le cose da seguire sono tante. Adesso sappiamo meglio anche come muoverci. Si pensa "hai i soldi, le cose le fai". Non è così. Ogni progetto va seguito, passo dopo passo".
La priorità è stata dunque data i due interventi descritti pocanzi, finanziati con bandi e dunque con tempistiche stringenti. "Abbiamo poi messo in sicurezza i soldi per il primo lotto di lavori alla scuola dell'infanzia che necessariamente dovranno essere eseguiti nell'estate 2019" ha proseguito il primo cittadino, facendo riferimento alle migliorie resesi necessarie con l'aumento di iscritti alla materna statale dopo la chiusura dell'asilo Sacro Cuore, un qualcosa a cui "tre anni fa nessuno avrebbe pensato o almeno non si prospettava una fusione così immediata con la Gorizia di Santa Maria".

Via Brusadelli


Appaltata altresì la riqualifica - tanto discussa per le novità che porterà con sé - di via Brusadelli: rifatti i sottoservizi si procederà al restyling secondo un progetto esecutivo diverso rispetto al primo preliminare e dunque con la realizzazione su di un lato dell'arteria - che diventerà a senso unico in uscita dal paese -  di un marciapiede largo 1.5 metri, con alberature solo da un parte e la ciclopista a livello della carreggiata, "disegnata" mediante la segnaletica orizzontale. "Al Tael si potrà continuare a svoltare in entrambe le direzioni" ha aggiunto il borgomastro parlando anche di una continuità estetica con altre zone del paese nella scelta dei sampietrini uguali a quelli utilizzati in via Sacro Cuore e in via Rimembranze.
Entro la scadenza del mandato, saranno altri due, poi, i "progetti definitivi da portare a casa": quello per la ciclopedonale che dalla cooperativa dell'Ld salirà al palazzetto e dunque proseguirà in via Brianza nonché quello per via Roma ovvero il centro storico di Perego.

Il centro storico di Perego


"Il primo progetto era molto ambizioso" ha detto, in riferimento all'ultimo intervento, il vicesindaco Pierantonio Cogliati. "Quella presentato alla serata pubblica era un'idea bellissima ma poco pratica. Abbiamo già dato incarico per il definitivo allo stesso progettista chiedendo però di coniugare l'estetica, l'economicità e la praticità" ha aggiunto la Trabucchi, parlando di una soluzione "un po' più modesta" e di "un minimo di manutenzione" che verrà fatta nel frattempo.
Cosa si vedrà concretamente entro fine dell'anno dunque? Oltre ai primi interventi in via Brusadelli, l'asfaltatura di diverse vie, per un importo complessivo di 200.000 euro, messi a bilancio già nel 2017.
A.M.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco