Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie. Accetta
  • Sei il visitatore n° 280.248.268
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
polveri sottili
Valore limite: 50 µg/mc
indice del 11/10/2018

Merate: 52 µg/mc
Lecco: v. Amendola: 42 µg/mc
Lecco: v. Sora: 39 µg/mc
Valmadrera: 38 µg/mc
Scritto Lunedì 08 ottobre 2018 alle 17:55

Merate: la Cricca di Taranto al 3° Festival nazionale di teatro

Sabato sera 6 ottobre lo spettacolo “Le Ultime Lune” di F. Bordon, messo in scena dalla talentuosa compagnia teatrale tarantina “La Cricca” , ha aperto con successo la terza edizione del Festival Nazionale di Teatro “Città di Merate”.
Il numeroso il pubblico presente ha potuto assistere ad una rappresentazione molto toccante, commovente ed emozionante per la tematica affrontata: la terza età o, più semplicemente, la vecchiaia. Il protagonista, interpretato dal navigato e ottimo Aldo L’Imperio, decide contro il volere del figlio, con cui convive assieme a nipoti e nuora, di lasciare la propria casa e trasferirsi a Villa Delizia, una casa di riposo per anziani.

La decisione, sofferta, è presa dopo l’ultimo “colloquio” che il vecchio intrattiene con lo spirito della moglie defunta (interpretata da una magistrale Anna Cofano), mentre il figlio, l’attore Fabrizio Desideri, ben calato nel proprio ruolo, prepara i bagagli del padre. Nel secondo atto, l’anziano padre, in un bellissimo e profondo monologo, racconta delle giornate che scorrono uguali a Villa Delizia, del rimorso, dei rimpianti e dell’impotenza di cambiare il destino della propria vita, per poi addormentarsi dolcemente e per sempre ascoltando il suo adorato Bach.

I lunghissimi applausi destinati dal pubblico meratese agli attori, hanno sottolineato l’apprezzamento per questa prima opera in concorso che, sicuramente, ha toccato nel profondo ed emozionato sia gli spettatori più avanti con l’età ma anche i giovani presenti.
Si conferma, quindi, ancora vincente la scommessa intrapresa tre anni fa’ da Ronzinante Teatro con il supporto del Comune di Merate, di portare in città spettacoli di qualità selezionati tra le migliori proposte del panorama non professionistico nazionale.
Il prossimo appuntamento, assolutamente da non perdere, sarà domenica 21 ottobre alle 17,30, quando sul palco dell’Auditorium di Piazza degli Eroi, saranno in scena gli attori della Corte dei Folli di Fossano con lo spettacolo di Luigi Lunari, “Nel nome del padre”.
In queste due settimane sarà possibile prenotare la propria poltroncina e acquistare l’abbonamento a soli 25€ per i rimanenti 4 spettacoli
contattando 335 52 54 536 (anche SMS e whatsapp) oppure scrivendo a info@ronzinante.org
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco