Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 302.496.418
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
polveri sottili
Valore limite: 50 µg/mc
indice del 19/06/2019

Merate: 29 µg/mc
Lecco: v. Amendola: 21 µg/mc
Lecco: v. Sora: 21 µg/mc
Valmadrera: 20 µg/mc
Scritto Venerdì 05 ottobre 2018 alle 12:23

Sabbioncello: si rinnova il rito dell'olio consegnato dalla sindaca De Capitani di Cernusco


Ieri sera, 4 ottobre, nella giornata che la Chiesa cattolica dedica al patrono d'Italia, durante la messa delle ore 21.00 si è svolto il rito della consegna dell'olio per la lampada votiva presso il convento di Santa Maria Nascente a Sabbioncello. A officiare la cerimonia è stato don Alfredo Maggioni in rappresentanza della sua parrocchia "San Giovanni Battista" di Cernusco Lombardone.

Davanti la vice sindaca di Robbiate Antonella Cagliani, il vice sindaco di Olgiate
Maurizio Maggioni, l'assessore di Merate Federica Gargantini

Don Alfredo

In segno di profonda ospitalità i frati lo hanno invitato a indossare la preziosa stola di San Carlo Borromeo, conservata in convento. Il parroco si è concentrato durante l'omelia sull'opera di San Francesco di costruire una nuova chiesa, seguendo le indicazioni di Dio.

Padre Illuminato

Quindi ha portato a riflettere sull'importanza di avere una casa. Un discorso ambivalente per le mura domestiche e per la casa del Signore. Non è sufficiente avere un'abitazione, bisogna anche viverla. «Noi oggi non viviamo la casa, non ci stiamo mai dentro. Così si distruggono le famiglie.

La sindaca Giovanna De Capitani e il comandante di Polizia locale Giovanni Perri

La stessa cosa vale per la Chiesa. Ognuno deve portare al suo interno la grandiosità della propria vita
» ha specificato don Alfredo. La casa poi non può essere divisa, bisogna sforzarsi di condividerla. «Bisogna aprire la casa. Adesso sta per arrivare il periodo del buio e del freddo, che sono ulteriori pareti e ci chiudono dentro. Aprire la casa, che è la chiesa, significa vivere un'esperienza gioiosa».

A seguire si è svolto come da tradizione il rito della consegna dell'olio per mantenere accesa per il prossimo anno la lampada votiva. Questa volta è stata la sindaca di Cernusco Lombardone Giovanna De Capitani ad offrirlo.
M.P.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco