Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 285.120.722
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
polveri sottili
Valore limite: 50 µg/mc
indice del 26/11/2018

Merate: 33 µg/mc
Lecco: v. Amendola: ND µg/mc
Lecco: v. Sora: 15 µg/mc
Valmadrera: 13 µg/mc
Scritto Giovedì 13 settembre 2018 alle 10:34

In risposta al signor Milani

Leggo l'intervento del signor Milani, e penso: che tristezza! Capisco il suo disagio, ma non comprendo il tono delle argomentazioni, quel "chi mi risarcisce?", con cui il grande Carlo Emilio Gadda avrebbe costruito un racconto per una sua silloge. Guardi, signor Milani, chi lavora alla domenica merita tutta la mia stima e il mio rispetto, ma per favore non si criminalizzino gli eventi sociali. C'è in giro una fobia da stato etico, un'intolleranza cieca e goffa. Fino a vent'anni fa, sul nostro territorio si svolgevano quattro o cinque corse ciclistiche ogni domenica e nessun automobilista si è mai lamentato. Nessuno! E' vero, chi organizza eventi deve farlo al meglio delle proprie possibilità, non può permettersi di affondare nella mediocrità, ma per favore non scomodiamo sempre la nostra incurabile impazienza. Domenica mattina ho visto e sentito in zona Calco-Cicognola, più o meno davanti al Supermercato Rex, un automobilista bloccato che urlava: "Questo è sequestro di persona!". Ho temuto per le sue coronarie, e anche, un pochino, per quel comune senso di pudore civico che dovremmo tutti esibire. Con amicizia, signor Milani
Marco
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco