Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 302.385.898
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
polveri sottili
Valore limite: 50 µg/mc
indice del 16/06/2019

Merate: 20 µg/mc
Lecco: v. Amendola: 12 µg/mc
Lecco: v. Sora: 6 µg/mc
Valmadrera: 13 µg/mc
Scritto Sabato 18 agosto 2018 alle 14:56

Lecco: Oriana a Dover per la attraversare la Manica a nuoto

Il nuotatore lecchese Andrea Oriana, 45 anni, ex agonista specializzato nei 200 metri, è a Dover per tentare il record dell’attraversata della Manica. Nuoterà dalla britannica scogliera di Dover in direzione della spiaggia francese di Calais, con l’obiettivo di terminare la lunga nuotata, ma anche di battere il primato italiano. Sono stati finora solo otto i nuotatori tricolori che hanno superato i 34 chilometri in mare aperto, con vento costante e con le forti correnti dell’Oceano Atlantico, ad una temperatura dell’acqua che si aggira intorno ai 16 gradi.

Andre Oriana, al centro, mentre festeggia una sua impresa vittoriosa

Si parte dalle bianche scogliere di Dover sino a Calais, località entrate anche nella grande storia della seconda guerra mondiale e di tutti i tempi per quello che è ricordato come il “giorno più lungo”, lo sbarco alleato in Normandia, del giugno 1944. Andrea Oriana attende ora il suo “giorno più lungo”, sarà dal 18 al 25 agosto, quando da Dover avrà la possibilità di partire con il parere determinante del responsabile della barca ufficiale della Channel Swimming e Piloting Federation. Sarà avvertito il giorno prima, il tempo per prepararsi alla sfida nella Manica, a nuoto, senza muta, solo con un costume ed un largo strato di grasso di balena che servirà da isolante dal freddo.

Andrea Oriana festeggia il suo record sui 200 metri

Andrea Oriana sarà affiancato da una barca ufficiale dell’organizzazione, con a bordo il suo staff tecnico che da mesi lo segue nella preparazione dell’impresa. E’ un’impresa che è riuscita negli anni ’70 a Leo Callone, il caimano del Lario, popolare per le straordinarie nuotate nelle acque di tutto il mondo. In un’intervista ad un quotidiano nazionale Andrea Oriana ha dichiarato “Per me è stupendo nuotare in acque libere e la Manica è considerata dai nuotatori come l’Everest per gli alpinisti. Ma se ormai sulle montagne c’è il problema dell’affollamento turistico, il mare rimane solitario… In bocca al lupo, Andrea Oriana, portacolori bluceleste della sempre gloriosa Canottieri Lecco.
A.B.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco