Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie. Accetta
  • Sei il visitatore n° 271.681.321
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
polveri sottili
Valore limite: 50 µg/mc
indice del 04/07/2018

Merate: ND µg/mc
Lecco: v. Amendola: 14 µg/mc
Lecco: v. Sora: 16 µg/mc
Valmadrera: 15 µg/mc
Scritto Mercoledì 11 luglio 2018 alle 09:22

Merare: il 3° Festival Nazionale di Ronzinante è già programmato

Non c'è il due senza il tre (e, chissà,  se il quarto verrà da se) si potrebbe dire. Ma era inevitabile: visto il successo delle due passate edizioni Ronzinante Teatro non poteva esimersi dall'organizzare il 3° Festival Nazionale di Teatro Città di Merate. E così anche il prossimo autunno, meratesi e non,  potranno assistere direttamente dalla platea dell'Auditorium di Piazza degli Eroi,  alle performances di 4 tra le migliori e acclamate compagnie di teatro non professionistico operanti in Italia. Il tutto si svolgerà da sabato 6 ottobre fino alla serata finale del 1° dicembre dove verranno decretati i vincitori delle varie categorie.

Come spiega  Emiliano Zatelli  che, con Giorgio Mariani e David Zampieri, ha composto la Commissione Artistica , "la scelta è ricaduta su spettacoli che maggiormente hanno emozionato per i contenuti ma soprattutto dove abbiamo potuto evincere  la maggior attenzione sulla tecnica interpretativa e registica. Dopo tanti anni passati a fare teatro e a vedere tante compagnie in scena, possiamo ammettere di aver affinato la metodologia di selezione, andando a cogliere, tra le tante proposte giunte (per l'esattezza 92 quest'anno sono stati i gruppi italiani a iscriversi al bando)  gli aspetti peculiari che per noi fanno del teatro un buon teatro: la tecnica recitativa, i soggetti e la capacità registica nell'orchestrare il cast .   Ed ecco il cartellone di questa seconda edizione:    

Si parte sabato 6 ottobre alle 21 con la compagnia LA CRICCA di Taranto che presenterà il bellissimo testo di Furio Bordon "Le Ultime Lune":  alle pareti ci sono ancora le immagini di Walt Disney che lasciano una tenera impronta infantile, la musica di Bach risuona nella stanza. E' la stanza nella quale il protagonista, un anziano professore, comincia il malinconico eppure ironico percorso tra le memorie del suo passato, ricco di tutte le dolcezze e le amarezze di una vita, prima di ritirarsi in un ricovero per non "disturbare", con la propria presenza, la famiglia del figlio. Una  storia, semplice ma piena d'intimo pathos. Delicato, toccante, crepuscolare e assolutamente vero: Le ultime lune dell'autore triestino Furio Bordon, è uno degli esempi più riusciti e commoventi di drammaturgia contemporanea.  

Segue domenica 21 ottobre alle 17,30  "Nel nome del padre" di Luigi Lunari messo in scena dalla Corte dei Folli di Fossano (CN):  Rosemary e Aldo, realmente esistiti,  costretti in una sorta di limbo, un "non-luogo" e "non-tempo", provengono da due mondi opposti e sono figli di due famosi uomini politici di contrapposte posizioni ideologiche, che hanno segnato la storia. Lei figlia di un diplomatico capitalista, vero e proprio protagonista del mondo del potere e del danaro, lui figlio di un leader comunista, perseguitato politico costretto all'esilio all'estero per molti anni. Entrambi i figli sono rimasti irrimediabilmente schiacciati dalla personalità e dalle ambizioni - pur così diverse - dei loro padri, pagando un prezzo durissimo. Una "commedia sentimentale" - come la definisce Lunari stesso - che si sviluppa nel dramma di questi due personaggi che si svelano gradualmente, attraverso un dialogo serrato e liberatorio a tratti ironico, tenero, duro e commovente, che li porterà, nel comune addormentarsi nella morte,  verso un meritato lieto fine.    

Sarà poi la volta sabato 3 novembre alle 21  per il Gruppo Amci dell'Arte di Offida (AP)   con  "Sganarello - medico per forza e per amore", tratto da Molière: «Vostra figlia è fuggita con il farmacista. Che non è un farmacista, ma Leandro vestito da farmacista, che fu portato in casa dal medico, che non è un medico, ma Sganarello vestito da medico. Che ha fatto il ruffiano da finto medico tra il finto farmacista e la finta muta. Tutto chiaro?» Non diciamo oltre perché lo spettacolo divertente e colorato sta tutto nella battuta di Valeria, la governante di Geronte:  tutto il gioco di finzioni e travestimenti di "Sganarello, medico per forza e per amore". 

Ultimo spettacolo in concorso, domenica 18 novembrealle 17,30,  sarà "La Signorina Papillon" di Stefano Benni, portato sul palco dalla Compagnia Stabile del Leonardo di Treviso: La signorina Rose Papillon è una fanciulla dolce, apparentemente indifesa, sognatrice che vive, in compagnia di un pappagallo impagliato, lontano dai pericoli del mondo; fino al giorno in cui irrompono tra le magnolie, i bombi e le farfalle alcuni inquietanti personaggi, a portare scompiglio e trascinarla via da lì: dicono di volerla portare nella vita della meravigliosa Parigi, perché Parigi non è un languido, insignificante giardino dove niente accade, ma una città viva e pulsante, dove si vive tutto, compreso l'inganno e il delitto. Alla fine, come ognuno di noi, Rose dovrà uscire dal suo giardino e sarà costretta a valutare la sua stessa vita da un'ottica nuova e diversa.  

Sabato 1 dicembre alle 21, infine , si assisterà alla serata conclusiva con l'assegnazione dei seguenti premi che verranno stabiliti dalla Giuria Tecnica, composta da personalità del teatro e della cultura del Meratese, dalla Giuria Studentesca degli studenti del Liceo Agnesi  e dal pubblico: Miglior Regia, Miglior Attore e Miglior Attrice, Miglior Spettacolo, Miglior Spettacolo Giuria Studenti e Maggior Gradimento del Pubblico. Per questa occasione, Ronzinante debutterà con la sua nuova produzione: "Un Giardino di Aranci fatti in casa", una commedia del famoso autore teatrale statunitense Neil SImon.

Conclude Emiliano Zatelli: "Quest'anno abbiamo sentito la necessità di presentare al pubblico il cartellone dal vivo: ciò avverrà  verso metà settembre nella nostra sede di Novate e sarà occasione per illustrare le scelte fatte circa gli spettacoli e per scambiare opinioni con gli spettatori sui loro gusti e le aspettative di chi viene a teatro. Ovviamente in quella serata, ma anche in altre tre serate distribuite nel mese di  settembre, sarà aperta la prevendita di biglietti e abbonamenti".

Insomma, si prospetta un evento decisamente coinvolgente per Merate e il consiglio è quello di accaparrarsi gli abbonamenti sin da ora  scrivendo a info@ronzinante.org oppure attraverso Facebook sulle pagine @RonzinanteTeatro e @FestivalTeatroMerate
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco