Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie. Accetta
  • Sei il visitatore n° 277.578.701
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
polveri sottili
Valore limite: 50 µg/mc
indice del 12/08/2018

Merate: 18 µg/mc
Lecco: v. Amendola: 15 µg/mc
Lecco: v. Sora: ND µg/mc
Valmadrera: 18 µg/mc
Scritto Lunedì 09 luglio 2018 alle 22:37

Santa Maria-Colle: sindaci al lavoro per introdurre la tariffa puntuale

I sindaci di Santa Maria Hoè e Colle Brianza Efrem Brambilla e Marco Manzoni da mesi stanno lavorando, coinvolgendo nel ragionamento anche i colleghi dei comuni limitrofi, per arrivare ad introdurre sul loro territorio, quantomeno in via sperimentale e limitatamente alla frazione indifferenziata, la tariffa puntuale e dunque una nuova metodica per la quantificazione della spesa in capo ai cittadino per il servizio di raccolta e smaltimento dei rifiuti basata sul semplice concetto del "chi più produce, più paga". Nel ragionamento è chiaramente convolta anche Silea, l'azienda valmadrerese che gestisce il ciclo integrato per la stragrande maggioranza delle municipalità della provincia. In fase di valutazione l'applicabilità del modello. "Abbiamo già avuto degli incontri con Silea che si è detta disponibile chiedendo però che si venga a creare un'area più ampia, interessando anche altri comuni del circondario" ha spiegato Brambilla, immaginando di estendere i confini della zona che potrebbe essere "investita" dalla novità dall'Unione dei Comuni della Valletta a Calco e Olgiate (quantomeno) e ancora da Colle Brianza a Castello, Dolzago e Galbiate. "Stiamo valutando chiaramente vantaggi e svantaggi. A mio modo di vedere è una cosa positiva: se anche gli altri sindaci saranno d'accordo, possiamo provare a partire" ha detto, ricordando come il primo anno verranno messi a disposizione gli strumenti per procedere alla pesatura dei sacchi e dal secondo anno partirà, qualora il progetto andrà in porto, la tariffazione, con il ruolo emesso sulla base dei dati raccolti nei 12 mesi precedenti. "Riteniamo che qui ci sia già un buon livello di differenziazione e quindi si possa introdurre senza difficoltà la tariffa puntuale, partendo dalla frazione indifferenziata" ha aggiunto, puntualizzando come nelle prossime settimane proseguiranno i contatti con le altre amministrazioni e con Silea, promotrice tra l'altro, nel corso della scorsa settimana di un confronto sul tema in cui sono stati spiegati agli amministratori lecchesi i "segreti" della tariffa puntuale. Per i dettagli, clicca qui.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco