Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 285.376.269
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
polveri sottili
Valore limite: 50 µg/mc
indice del 26/11/2018

Merate: 33 µg/mc
Lecco: v. Amendola: ND µg/mc
Lecco: v. Sora: 15 µg/mc
Valmadrera: 13 µg/mc
Scritto Mercoledì 20 giugno 2018 alle 18:17

Presidenzialismo: Mambretti a Roma per la proposta di legge


Depositata oggi in Cassazione la proposta legge su presidenzialismo
Mambretti: "Parte la raccolta firme per portare la proposta al Parlamento" Lecco, 20 giugno 2018- E' stata depositata questa mattina nella sede della Cassazione a Roma la proposta di legge di iniziativa popolare sul presidenzialismo. A richiedere la riforma sono rappresentanti di diversi schieramenti politici, esponenti dell'imprenditoria e della società civile, tra cui il referente provinciale lecchese Beppe Mambretti, riuniti nel Comitato 'Nuova Repubblica' e guidati dal costituzionalista e docente di Diritto costituzionale all'Università di Tor Vergata di Roma, Giovanni Guzzetta. "Oggi a Roma abbiamo depositato questa proposta perché riteniamo che sia arrivato il momento di realizzare una profonda riforma istituzionale in Italia", dichiara Mambretti Con la proposta di legge, composta da 7 articoli, si prevede che, con il referendum, si dia mandato a un'assemblea costituzionale, composta da 200 membri, con sede a Palazzo Madama, con il compito di dare attuazione al risultato referendario. Dopo la pubblicazione della proposta in Gazzetta ufficiale nei prossimi giorni, inizierà la raccolta delle firme: ne servono 50 mila, entro 6 mesi, per portare la proposta al Parlamento "Il nostro sistema parlamentare e' in crisi. - ha spiegato il referente lecchese- Bisogna cambiare schema, bisogna soprattutto decidere se vogliamo restare in questo modello parlamentare ormai decotto o passare a una Repubblica presidenziale. Questa scelta e' troppo importante perché la facciano in pochi, c'e' bisogno che la facciano i cittadini con un referendum di indirizzo che dia mandato ad una assemblea costituzionale per realizzare una modifica della Costituzione. Quindi referendum sul presidenzialismo e poi assemblea costituzionale". Il presidente Guzzetta ha spiegato come la proposta avrà l'appoggio delle forze politiche: "Penso che ci siano le forze per farlo. Penso che nel Paese ci sia una maggioranza a favore. C'e' una maggioranza di forze politiche che sulla carta è d'accordo. È necessario che ci sia una spinta e speriamo che questa lo sia. Il mio primo atto- conclude- sarà quello di chiedere udienza al presidente della Repubblica per spiegare a lui che e' il garante dell'unita' nazionale le ragioni costruttive di questa iniziativa". Tra i promotori, Stefania Craxi, Roberto Giachetti, Arturo Parisi, Mario Segni, Giorgio Squinzi, Andrea Cangini, Franco Debenedetti e Arturo Diaconale.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco