Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie. Accetta
  • Sei il visitatore n° 274.267.594
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
polveri sottili
Valore limite: 50 µg/mc
indice del 12/08/2018

Merate: 18 µg/mc
Lecco: v. Amendola: 15 µg/mc
Lecco: v. Sora: ND µg/mc
Valmadrera: 18 µg/mc
Scritto Mercoledì 16 maggio 2018 alle 19:01

Olgiate, un lettore: in via Brughiera arbusti sporgenti, eternit, macerie. Nessuno vede?

Situazione all'entrata di Via Brughiera ad Olgiate Molgora

Buongiorno,
con la presente volevo segnalare lo stato d'abbandono e incuria in cui versa l'appezzamento di terreno dove sorgevano le ex cascine quasi totalmente demolite in località"Stalli" ad Olgiate Molgora. L'area è privata...peccato che costeggi per la maggior parte del perimetro strade pubbliche con conseguente occupazione della sede stradale già al limite per il passaggio a doppio senso.


In questo appezzamento è dall'ottobre 2014 (data della demolizione) che non si provvede ad una pulizia dell'area.
La proprietà è la stessa della medesima situazione in centro paese ma lì tutto viene curato e mantenuto...eppure a 50 metri c'è l'ormai famosa Via Pilata, ma i casi sono due..o il nostro Sindaco non ha mai buttato un occhio in questa area preso dalla concentrazione di rendere sicura una via impossibile da rendere tale oppure la vuole usare come tangenziale esterna al paese non sapendo neppure dove si trova..

Come documentato c'è di tutto...pattumiera, eternit, vegetazione che sporge ovunque e qualche bel ratto che vi pascola allegramente.
Ultimamente sono sorte delle serre nella parte posteriore dell'area, quella che era la parte più in ordine ora viene usata come discarica (come documentato fotograficamente) di cartone e plastica che non si esclude che nelle ora notturne venga bruciata.

Nel mese di luglio 2017 dopo insistenti segnalazioni all'ufficio tecnico comunale, i proprietari (che risiedono a 150 metri) hanno tagliato la parte che sporgeva dalla recinzione lasciando il materiale di risulta sull'asfalto a  bordo strada...al posto di un sonoro verbale dopo due giorni è arrivato l'operatore comunale a caricare il tutto e a trasportarlo in discarica. (tutto ciò è documentabile).


Ora alla vigilia di una nuova stagione vegetativa, dopo la prima segnalazione nel mese di marzo (perchè le foto si riferiscono a quel periodo) inascoltata mi appoggio a questo canale nella speranza che qualcosa si muova e di non trovarmi nell'impossibilità di poter transitare da suddetta via.

Se ne avete la possibilità, venite sul posto a scattare due foto (nel frattempo la situazione è notevolmente peggiorata!!) ed osserverete come entrando da Via Pilata sulla sinistra i plinti della recinzione metallica che ormai va scomparendo siano stati messi perpendicolarmente al muro della cascina rimasto in piedi per circa un metro per contenere tutte le macerie della stessa, tutto ciò comporta un restringimento di carreggiata di circa 50/60 cm che in qualsiasi altro comune si configura, a mio parere, come occupazione di suolo pubblico...mentre in questo caso nell'autunno 2017 è stata anche creata la segnaletica stradale ad hoc.

Per non parlare del malcapitato cittadino che si deve infilare nella strada sterrata tra le due cascine, dove la vegetazione ha inghiottito anche il cartello con l'indicazione della via e che lo stesso cerca di contenere per quanto riguarda almeno l'altezza dell'automobile.
SINDACO SVEGLIA!!!
Fiducioso in un vostro intervengo, ringrazio anticipatamente.
Lettera firmata
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco