Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie. Accetta
  • Sei il visitatore n° 280.329.904
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
polveri sottili
Valore limite: 50 µg/mc
indice del 11/10/2018

Merate: 52 µg/mc
Lecco: v. Amendola: 42 µg/mc
Lecco: v. Sora: 39 µg/mc
Valmadrera: 38 µg/mc
Scritto Martedì 15 maggio 2018 alle 20:19

Olgiate: la riapertura di Via Pilata anima il confronto tra la Giunta e i residenti

Un bagno di lamentele in sala consiliare a Olgiate Molgora. Erano tutte previste. Lunedì sera gli esponenti di maggioranza hanno incontrato i residenti in via Pilata per confrontarsi sull'ipotesi in animo al sindaco Giovanni Battista Bernocco di ripristinare il doppio senso di marcia. Come premessa, il primo cittadino ha dichiarato che al primo posto verrà messa la sicurezza delle persone.


Ha poi spiegato gli interventi che verranno realizzati nel corso del 2018: l'asfaltatura ai due lati estremi di via Pilata e la rimozione degli attuali dossi, con la realizzazione di nuovi dissuasori meno impattanti per le sospensioni delle automobili. È possibile che verrà installata una telecamera per controllare il traffico dei mezzi pesanti.

Giovanni Battista Bernocco


I residenti non si accontentano. In questo primo incontro il senso unico per loro è rimasto un punto fermo. Hanno lamentato che già oggi la situazione sarebbe incontrollata. «Su quella strada non c'è alcuna regola. Da anni è considerata come una via di fuga. Viene utilizzata spesso contromano» ha dichiarato un residente.


La preoccupazione è alta: «Non vogliamo che il traffico della Statale lo troviamo da noi. Altrimenti trasformiamo la nostra strada da urbana a Statale». Anche tra il pubblico in sala non c'era unanimità. Un signore ha proposto di invertire il senso di marcia, un altro di introdurre un semaforo intelligente. Ipotesi che però non sono piaciute a molti. Pieno accordo tra i presenti - esclusi gli amministratori - nella richiesta provocatoria: «Prima fate un marciapiede lungo tutta la via, poi dopo discutete. Vediamo se c'è la metratura e vi assumete le vostre responsabilità». Il problema è che la strada deve misurare almeno 5 metri e mezzo. Il sindaco Bernocco ha condiviso la sua visione: «Ogni quartiere ha il suo anello debole. Mi rendo conto delle problematiche, ma io devo ragionare non per una sola via, ma per tutto il paese. Io immagino di guardare dall'alto: più è aperto, più si sparge il traffico». Una residente ha però replicato: «Capisco che bisogna smaltire, ma la soluzione non è via Pilata».


Il primo cittadino vuole limitare gli ingorghi nei pressi delle scuole e il doppio senso di marcia in via Pilata fluidificherebbe il traffico. Gli è stato risposto però di vietare il transito nelle fasce orarie di entrata e uscita da scuola. Altri hanno attaccato: «Ma lo fareste per noi o per gli altri Comuni?». Il sindaco ha dichiarato di non avere ancora la soluzione in tasca, ma per lui via Pilata va riaperta. Si tratta di capire secondo quali modalità. Unanimità nell'escludere l'introduzione di una ZTL, che impedirebbe ad amici e parenti non residenti di fare visita.

Il comandante della Polizia Locale Alberto Maggioni


Un ulteriore problema è che a breve nei dintorni, in via Aldo Moro, sorgerà il PRESST, un presidio sociosanitario che offrirà servizi medici a pazienti residenti in sei Comuni del circondario. «Stasera vado via contento perché ci siamo incontrati in faccia - ha concluso Giovanni Battista Bernocco - È chiaro che non abbiamo risolto il problema, ci possiamo incontrare nuovamente. Io cerco di trovare una quadra su qualcosa di difficile. Spero che voi lo capiate. Mi dispiace quando sento dire che vi trattiamo come residenti di serie B, ma noi come amministratori dobbiamo ragionare in ottica di paese nella sua globalità».
M.P.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco