Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie. Accetta
  • Sei il visitatore n° 280.327.843
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
polveri sottili
Valore limite: 50 µg/mc
indice del 11/10/2018

Merate: 52 µg/mc
Lecco: v. Amendola: 42 µg/mc
Lecco: v. Sora: 39 µg/mc
Valmadrera: 38 µg/mc
Scritto Lunedì 14 maggio 2018 alle 17:43

Olgiate: la minoranza attacca sui ritardi e sulle ''missioni''

Acceso scontro tra maggioranza e opposizione durante il consiglio comunale di giovedì 11 aprile ad Olgiate Molgora. Dopo l'approvazione dei verbali della seduta precedente, vi è stato un botta e risposta relativamente all'approvazione del rendiconto della gestione dell'esercizio finanziario 2017, a cui è stata apportata una correzione al testo di delibera depositato. Il sindaco Giovanni Battista Bernocco ha dapprima fornito una serie di risultanze, tra cui il fondo di cassa finale, che al 01/01/2017 era di 2.948.244,86 euro, mentre al 31/12/17 era di 1.801.243,07 euro, ma la lettura dei dati non ha soddisfatto la minoranza.


"Anche questa volta avremmo preferito un'illustrazione più dettagliata e non una mera elencazione di numeri che dicono poco o nulla" ha commentato il consigliere di minoranza Pino Brambilla "sarebbe stata gradita una relazione ai cittadini per far comprendere come vengono spesi i soldi del comune. Inoltre arriviamo oltre il limite di legge per l'approvazione del bilancio consultivo. A questo si aggiunge la mancata convocazione della commissione bilancio per avere delucidazioni su determinati punti prima di arrivare alla discussione e la conferenza di capigruppo che è saltata. Queste prassi non vanno nella direzione della trasparenza massima verso la cittadinanza". La minoranza ha inoltre evidenziato che le entrate tributarie e i trasferimenti sono risultati molto più bassi rispetto a quanto era stato previsto. Sono diverse le missioni citate dall'opposizione, per le quali non è stata spesa una parte di quanto stanziato nel bilancio preventivo, tra cui ad esempio l'istruzione e il diritto allo studio, le politiche giovanili (con un 38,93% impiegato rispetto a quanto previsto) o le politiche sociali. Il sindaco Bernocco ha controbattuto punto per punto alle critiche. "Il ritardo del 10 di maggio è stato dettato dal fatto che abbiamo fatto un recente cambio del revisore, il quale ha voluto fare un accurato controllo prima di darci un parere per cui ha richiesto 15 giorni di tempo. Per quanto riguarda invece la commissione bilancio, me ne assumo io la responsabilità, mentre per i soldi non spesi ci tengono a precisare che nel 2017 gli uffici sono stati sotto pressione per i lavori della scuola, causando non poche difficoltà. A noi dispiace essere arrivati alla fine dell'anno ed esserci resi conto che avremmo potuto fare molto di più, ma se ciò può essere fatto a livello economico, è difficile da realizzarsi nella pratica perché gli uffici sono quelli che sono e non riescono a stare dietro a tutto. Per questa ragione, una grossa fetta di lavori del 2017 verrà realizzata nel 2018". "Capisco che gli uffici siano adoperati per lavori ritenuti più urgenti, ma non si possono trascurare gli interventi sulle strade, dove riguardo alla viabilità e infrastrutture non sono stati spesi 35.000 euro" ha commentato Brambilla. Il primo cittadino ha controbattuto che quel denaro è stato impegnato per la riapertura di Via Pilata, che avverrà a breve dopo l'incontro serale di lunedì 14 maggio con i residenti, e per il riposizionamento del semaforo. Anche gli assessori sono intervenuti per chiarire le missioni di propria competenza. Il vicensindaco Maurizio Maggioni ha specificato che per i servizi sociali non vi è stata una minor erogazione di servizi ai cittadini, ma che non sono state realizzate determinate opere in favore di altre. L'assessore all'Ambiente Matteo Fratangeli ha invece sottolineato che la cifra stanziata per la sua missione è molto alta ed è destinata ad aumentare perché si tratta di spese stanziate a bilancio ma non ancora impegnate. Cristina Viola, assessore all'Urbanistica e ai Lavori Pubblici, ha invece commentato che sono numerosi i lavori in programma nel breve termine, tra cui l'adeguamento del centro sportivo e i lavori al campo da calcio.
Il consigliere di minoranza Pierantonio Galbusera ha rivolto delle critiche relativamente alle politiche giovanili, ritenendo gli investimenti limitati e domando all'amministrazione cosa si stia facendo per incrementare l'attività agonistica sportiva dei giovani. "Quando abbiamo preso in carico questo settore l'eredità era pressoché nulla" ha commentato l'assessore all'Istruzione Paola Colombo "dallo scorso anno stiamo realizzando lo Scambio Generazionale, grazie al quale alcuni giovani tra i 18 e i 20 anni si adopereranno per andare ad animare con diverse attività nella casa di riposo di Olgiate, mentre a partire da quest'anno coinvolgeremo gli adolescenti con il progetto street art. Altra novità è Educamp, il progetto che impegnerà i ragazzi durante le ultime due settimane di luglio e la prima di settembre in diverse discipline sportive, agevolando i genitori che lavorano. Questo perché noi consideriamo lo sport come uno strumento di aggregazione per i ragazzi". Anche il consigliere di maggioranza Matteo Cogliati ha espresso apprezzamento per il lavoro svolto dalla Polisportiva Aurora, la quale costituisce un'attrattiva anche per i residenti di altri comuni. Si è anche parlato dei Giochi della Gioventù organizzati dalla scuola primaria, per i quali quest'anno l'amministrazione ha deciso di non acquistare gadget per i bambini, al fine di destinare il denaro a progetti formativi con istruttori specializzati. Tale decisione ha però creato parecchio malumore presso la minoranza, ma la maggioranza ha voluto ribadire che l'intenzione è stata quella di spendere denaro pubblico per creare delle competenze nei giovani (si vede articolo a parte, CLICCA QUI). "Per quanto riguarda la scuola, lo scorso anno il comune di Olgiate Molgora ha sostenuto un bando europeo per un progetto di alternanza scuola-lavoro a Malta per gli studenti del Viganò, e oggi stesso è stato avviato un nuovo progetto" ha commentato Bernocco. Ulteriori critiche sono pervenute da Pino Brambilla per i consumi di acqua della scuola primaria, ritenuti eccessivi essendo stati impegnati 7000 euro, a fronte di circa 1000 spesi per la secondaria. "Perché risparmiare qualche centinaia di euro per fare felici i bambini con dei gadget, per poi sprecarli in acqua?" ha commentato il consigliere di minoranza. In un clima di toni accesi non è tardata la risposta degli amministratori "Le amministrazioni precedenti non si sono assolutamente preoccupate di risparmiare l'acqua corrente che scorre presso la fontana della stazione" ha commentato Bernocco "In questi due anni abbiamo cambiato le tubazioni della scuola primaria, e le bollette sono talmente precipitate che non riusciamo a stare nel bando. Non ci si venga dunque a dire che non siamo attenti al risparmio". "E' responsabile chi prende in mano un'amministrazione e non le precedenti" ha controbattuto Brambilla "e la sostituzione degli infissi è della passata amministrazione". "Senza dimenticare che negli anni precedenti non si potevano fare questi investimenti" ha aggiunto Galbusera, il quale ha inoltre voluto fare chiarezza relativamente alla strada dissestata a Pianezzo dove recentemente vi sono stati alcuni lavori. "Stanzieremo denaro per l'asfaltatura di Pianezzo non appena sarà possibile" ha commentato l'assessore Cristina Viola. Sempre per quanto riguarda la viabilità, è stato rilevato dalla minoranza che i dissuasori di velocità non sarebbero posizionati nelle zone più pericolose del paese. "Abbiamo acquistato alcuni dissuasori, molti sono ancora in magazzino e verranno riposizionati con la riapertura di Via Pilata. Quelli in centro stanno funzionando molto bene e affittiamo periodicamente la macchinetta per rilevare la velocità" ha commentato il sindaco. La lunga discussione è terminata con il voto contrario della minoranza per i troppi punti di scontro e divergenza. "Abbiamo messo in luce gli aspetti che secondo noi ci lasciano perplessi. Molte sono le cose annunciate che sono state rimandate al futuro e che hanno determinato un avanzo abbastanza consistente, oltre ad alcune spese che per noi si potevano evitare" ha concluso Brambilla. Da parte sua la maggioranza ha ribadito che l'avanzo è pressoché inesistente perché le cifre stanziate nelle varie missioni vengono impegnate l'anno seguente dopo l'affidamento delle opere.
G.M.G.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco