Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie. Accetta
  • Sei il visitatore n° 280.332.227
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
polveri sottili
Valore limite: 50 µg/mc
indice del 11/10/2018

Merate: 52 µg/mc
Lecco: v. Amendola: 42 µg/mc
Lecco: v. Sora: 39 µg/mc
Valmadrera: 38 µg/mc
Scritto Lunedì 14 maggio 2018 alle 17:30

Olgiate: le telecamere infiammano l'aula che discute anche di amianto e consulte

Punto controverso durante il consiglio comunale di Olgiate Molgora è stato una variazione di bilancio aggiunta solo pochi giorni prima dell'assemblea pubblica rispetto agli altri temi all'ordine del giorno, inserita dopo l'episodio di violenza verificatosi ad Olgiate lo scorso mese, quando un giovane 22enne era stato aggredito da un gruppo di extracee appena scesi dal treno.

Pino Brambilla e Giovanni Battista Bernocco
"Abbiamo chiesto a RFI le telecamere promesse quasi un anno e mezzo fa e lunedì 7 maggio siamo riusciti ad ottenere la conferma. L'investimento che farà RFI è di 16.000 euro e verranno posizionate 20 telecamere sui binari, sottopassaggi ed entrambe le piazze. Il Comune dovrà invece investire circa 12.000 euro di manodopera. La polizia locale e i carabinieri avranno accesso alle telecamere, in accordo con la Polfer" ha raccontato il sindaco Giovanni Battista Bernocco. "Una serie di lavori anticiperanno la posa delle telecamere, tra cui la ritinteggiatura dell'esterno della stazione, la sabbiatura dei marmi per rimuovere i graffiti e l'imbiancatura della sala d'aspetto e del corridoio. Noi posizioneremo cinque fioriere che sono state donate da un cittadino e attualmente c'è un incaricato che sta svolgendo lavori socialmente utili e che si reca periodicamente a pulire la stazione. La nostra intenzione è quella di lasciare gli edifici che ci sono stati concessi sia a Valmara sia in stazione con lo scadere della convenzione del 2019 con RFI. A breve convocheremo le associazioni interessate". Le obiezioni della minoranza sono state relative ai tempi di consegna dei punti aggiuntivi, che secondo i consiglieri non sono stati rispettati in ottemperanza al regolamento, oltre alla mancata consegna del parere tecnico. "Questa variazione di bilancio andrebbe posticipata al prossimo consiglio comunale, visto che sino ad oggi siamo andati avanti così" ha commentato il consigliere Pierantonio Galbusera, non trovandosi in accordo con la tempistica di preavviso.

"La sicurezza è importante e andrebbe implementato il controllo anche nella piazza della stazione, nella quale la telecamera dome che è presente non avrebbe funzionato a dovere durante lo scorso episodio di violenza. Dobbiamo però ricordare che non sono le telecamere che prevengono la commissione di fatti criminosi. Non potete chiederci di pronunciarci perché ci vorrebbe un progetto. Bisogna dare tutta la documentazione e il tempo utile ai consiglieri per valutare e decidere. Quando avremo in mano qualcosa di più preciso ed elementi sufficienti, procederemo alla variazione di bilancio" ha concluso il capogruppo Pino Brambilla. "Ogni giorno vi è un episodio diverso dove i comuni sono sostanzialmente senza poteri. Un intervento che aiuterà le forze dell'ordine ha il carattere dell'urgenza. Inoltre, il progetto può essere conseguente, al momento si ha solo una variazione" ha controbattuto l'assessore Matteo Fratangeli. Nemmeno la lettura della norma del regolamento in merito alla notifica di un ordine aggiuntivo dettata dall'urgenza è riuscita a dirimere la tensione, con la contestazione da parte della minoranza che il punto 8 sia applicabile alle sole sedute straordinarie, mentre per la maggioranza era procedibile. Il dibattito si è concluso con il voto contrario di Pierantonio Galbusera e con l'astensione dei consiglieri Pino Brambilla e Agnese Mozzanica. Ulteriori sono stati i punti approvati durante la seduta consiliare. Tra questi, il progetto in deroga allo strumento urbanistico vigente per il superamento delle barriere architettoniche per due residenti e il regolamento comunale in attuazione del regolamento UE 679/2016 per la protezione delle persone fisiche con riguardo al trattamento dei dati personali. Per quanto riguarda le modifiche al vigente regolamento per la costituzione ed il funzionamento delle commissioni consiliari e delle consulte, il consigliere Matteo Cogliati ha spiegato che tali organismi, che consentono la partecipazione della cittadinanza alla vita politica e amministrativa del paese, non hanno riscosso grande successo in termini di partecipazione tra i cittadini. Per questa ragione, anche su sollecitazione del gruppo di Pino Brambilla, è stato modificato il meccanismo di nomina delle consulte. "La commissione attiva al momento è solamente una, la cultura, che si è già riunita diverse volte" ha commentato l'assessore Matteo Fratangeli "Inoltre, è stata da poco istituita la consulta istruzione e politiche giovanili. A breve vi sarà il bando per le altre, a cui i cittadini potranno partecipare". Per quanto riguarda invece le modifiche al vigente regolamento contributi smaltimento amianto per privati, l'assessore Matteo Fratangeli ha chiarito che è stata modificata la scadenza della presentazione delle domande al 30 giugno rispetto al 30 aprile, in base anche alle segnalazioni di Gente di Pianezzo.
G.M.G.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco