Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie. Accetta
  • Sei il visitatore n° 279.855.005
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
polveri sottili
Valore limite: 50 µg/mc
indice del 11/10/2018

Merate: 52 µg/mc
Lecco: v. Amendola: 42 µg/mc
Lecco: v. Sora: 39 µg/mc
Valmadrera: 38 µg/mc
Scritto Lunedì 14 maggio 2018 alle 10:24

Merate: 240 atleti per la gara di karate organizzata dalla ASD Dojo Yamato

Una giornata tutta dedicata al karate quella che si è svolta domenica al Palazzetto di Via Matteotti, dove si stanno svolgendo buona parte degli eventi di Merate per lo sport, organizzati dalla "Gesti": l'ASD Dojo Yamato -società affiliata alla Fijlkam, unica federazione di arti marziali italiana riconosciuta dal CONI- ha infatti organizzato ed ospitato una gara interprovinciale CSI che ha richiamato circa 240 atleti di tutte le età, di cui una quindicina karateki meratesi; 39 in totale sono state le categorie suddivise per fasce d'età, dai 6 ai 36 anni, "supervisionati" da 17 arbitri con 7 presidenti di giuria.

Il Presidente CSI Lecco Ennio Airoldi con il Maestro Salvatore Caforio


La giornata sportiva è iniziata alle 9 con l'intervento del Vicesindaco Giuseppe Procopio, che ha dato il via alle gare dei più piccoli. "Preferiamo far gareggiare i bambini al mattino" ci ha spiegato il direttore tecnico e Maestro della Dojo Yamato Salvatore Caforio, "le famiglie vengono volentieri a sostenere i propri piccoli atleti. Nel pomeriggio invece si disputano le gare dei più grandi".

Alcuni atleti della Dojo Yamato con il Maestro Salvatore Caforio

Le competizioni si sono svolte sui tre tatami e hanno visto gli atleti confrontarsi individualmente o in coppia nelle specialità di kata e kumite; a tutti gli atleti è stato dato un riconoscimento per la partecipazione, oltre ad una coppa per chi si è classificato dal 5° al 1° posto. "Dobbiamo ringraziare l'amministrazione comunale per tutto il supporto che ci ha fornito e ci fornisce sempre" ha continuato il Maestro Caforio, "questo è un campo di eccellenza dove disputare le gare". "Sono contento della buona riuscita della manifestazione" ha commentato il presidente CSI di Lecco Ennio Airoldi, "il movimento del karate a Lecco è in continua espansione; questo è possibile grazie ad una bella rete di team, come la Dojo Yamato, che mette a disposizione la propria specificità a tutta la collettività, anche negli altri circuiti. Il karate è una disciplina che prende molto a livello giovanile: è un fattore che a noi interessa molto perchè il CSI si dedica in modo particolare ai giovani e alla promozione della sportività e dell'educazione. Le arti marziali sono impregnate di tantissimi valori che vengono trasmessi ai bambini e alle famiglie".

Uno sport che quindi è aperto a tutte le età, come confermato dal Maestro Caforio: "al karate ci si può approcciare in tantissimi modi, non solo da atleti, ma anche da maestri e da arbitri".

Beatrice Frigerio
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco