Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie. Accetta
  • Sei il visitatore n° 271.721.559
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
polveri sottili
Valore limite: 50 µg/mc
indice del 04/07/2018

Merate: ND µg/mc
Lecco: v. Amendola: 14 µg/mc
Lecco: v. Sora: 16 µg/mc
Valmadrera: 15 µg/mc
Scritto Lunedì 16 aprile 2018 alle 16:32

Pagnano: la parrocchia 'chiude' il sagrato. Sarà fruibile solamente durante le funzioni

Qualche malumore pare che stia già suscitandolo e probabilmente lo farà ancora più quando il provvedimento diventerà definitivo.


Il consiglio pastorale di Pagnano e quello delle questioni amministrative ha infatti deciso di chiudere il sagrato antistante la chiesa di San Giorgio, utilizzato liberamente come parcheggio, alla sosta delle autovetture in orari "non di chiesa". "Nei prossimi giorni" si legge sul cartello affisso "inizieranno i lavori che permetteranno l'ingresso alle auto solo per il tempo necessario alle diverse celebrazioni". Per regolamentare l'accesso ci saranno probabilmente delle barriere temporizzate che si apriranno e chiuderanno nei momenti precedenti e successivi alle celebrazioni religiose o comunque alle varie funzioni organizzate dalla comunità. "Le auto che rimarranno in sosta" conclude il volantino "saranno impossibilitate a uscire".


Attualmente il piazzale è "considerato" area parcheggio tanto che sia di giorno che di notte, indipendentemente dall'apertura della chiesa, ci sostano auto e furgoni. L'ampio spazio, infatti, situato nel cuore della frazione rappresenta una soluzione ai problemi di viabilità e parcheggio per chi non ha box o posti auto e questa decisione "costringerà" a portare l'auto altrove, presumibilmente in zona cimitero o palestra. Se in molti non l'hanno presa bene per altri invece si è trattato di una scelta necessaria e da tempo auspicata. "Il sagrato era usato come deposito mezzi che restavano qui anche per giorni interi" hanno commentato alcuni parrocchiani "ed era tutta gente che con le funzioni religiose non aveva nulla a che vedere. Se il piazzale è della parrocchia è giusto che decida liberamente come disporne".
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco