Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie. Accetta
  • Sei il visitatore n° 271.213.872
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
polveri sottili
Valore limite: 50 µg/mc
indice del 04/07/2018

Merate: ND µg/mc
Lecco: v. Amendola: 14 µg/mc
Lecco: v. Sora: 16 µg/mc
Valmadrera: 15 µg/mc
Scritto Lunedì 16 aprile 2018 alle 11:47

Nasce ''il borgo di Verderio'' Centro storico unito dal PGT

Tra i provvedimenti che l'Amministrazione comunale intende attuare con il nuovo PGT, c'è anche l'ampliamento dei due centri storici, che saranno finalmente uniti anche dal punto di vista urbanistico. E' quanto emerso durante l'assemblea pubblica. Se il prossimo 2 maggio la conferenza dei servizi escluderà l'assoggettabilità della VAS (valutazione ambientale strategica), allora il piano sarà pronto per essere adottato e conterrà anche l'operazione che ha illustrato l'architetto Aldo Redaelli, il professionista a cui l'amministrazione comunale ha affidato l'incarico.

L’architetto Aldo Redaelli, il professionista a cui è stato affidato l’incarico di redigere il nuovo PGT


''Prendiamo per un attimo in considerazione la zona A, i centri storici
- ha esordito Redaelli - Inizialmente si pensava che insieme alla restaurazione, alla manutenzione ordinaria ed a quella straordinaria si potessero effettuare anche operazioni di restaurazione edilizia, cioè sostanzialmente di demolizione e di ricostruzione della struttura. Ma questo era frutto di una lettura sbagliata di un decreto legislativo che in realtà, all'interno della zona A, suddivide patrimonio storico di interesse storico artistico e patrimonio storico di rilevanza storica. Nel primo caso si possono soltanto svolgere operazioni di restauro. La rilettura di questa norma ci ha aperto nuovi spiragli. Un tempo il centro storico era considerato tutto ciò che era costruito prima del 1888. Poi il piano regionale alzò questo indice al 1950. La nostra intenzione è quella di alzare la soglia al 1970. Significa perimetrare tutta una serie di insediamenti attigui ai due centri storici classificandoli non come A oppure A1, cioè insediamenti storico artistici, ma come A2. Non possiamo infatti privare la possibilità ai cittadini di poter ricostruire le loro abitazioni. Con questa operazione si va a delineare un ambito che unisce i due ex Comuni lungo via dei due Municipi. Un unico ambito che stiamo chiamando il borgo di Verderio e che consente davvero l'unificazione anche sotto l'aspetto storico e culturale, diventandone il simbolo''.


Poco più tardi è stato il sindaco Alessandro Origo a presentare al pubblico l'ipotesi di un progetto che mira a creare in centro, esattamente a metà tra ex Inferiore ed ex Superiore, una zona a traffico limitato. ''Una novità su cui stiamo ragionando, anche se non sarà da farsi subito, è un collegamento tra la via degli Alpini e via Papa Giovanni XXIII - ha spiegato il primo cittadino - Se si realizzerà, la strada sarà ovviamente percorribile solamente dai residenti, attraverso una ZTL. Non sarà un'alternativa di attraversamento per altri, che dovranno necessariamente transitare da via Caduti della Libertà''.

A.S.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco