Questo sito usa cookie per offrire una migliore esperienza. Procedendo con la navigazione, acconsenti ad usare i nostri cookie. Maggiori informazioni | Chiudi
  • Sei il visitatore n° 263.084.723
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
polveri sottili
Valore limite: 50 µg/mc
indice del 12/04/2018

Merate: 12 µg/mc
Lecco: v. Amendola: 4 µg/mc
Lecco: v. Sora: 3 µg/mc
Valmadrera: 6 µg/mc
Scritto Sabato 14 aprile 2018 alle 16:40

Robbiate: in videoconferenza da New York il dottor Sacchini

Da New York a Robbiate, in videoconferenza dal Memorial Sloan Kettering Center Cancer, per incontrare i cittadini. Per discutere con loro, raccontare i passi in avanti già fatti nella cura del tumore, di quelli, importanti, che presto potrebbero diventare realtà, in particolare nei test sul sangue e sul DNA che andrebbero a migliorare molto le diagnosi. Per spiegare le differenze nelle cure, la possibile integrazione con le cure complementari ("che altri chiamano alternative" ha precisato), nella necessità di prevenire la malattia.


Questa la sintesi dell'incontro che ha visto il professor Virgilio Sacchini, meratese, intervenire all'incontro che Antonella Cagliani, vicesindaco di Robbiate, aveva promosso in sala consigliare. In sala anche Sergio Perego, coautore di "Andrà tutto bene", edito da Mondadori. Tra i relatori-lettori la stessa Cagliani, Floria Galbusera, Gianfranco Brivio, consigliere comunale a Robbiate.

Un libro che parla a tutti, sul coraggio che, nell'affrontare il tumore, dovranno avere i pazienti, i loro familiari, ma, in questo libro, anche i medici. Un punto di vista che ha consentito di approfondire, attraverso le storie vissute da Sacchini, molte delle novità di cui nella cura del cancro si parla in questi anni. Una settantina di partecipanti, le domande dal pubblico sono state almeno una decina, non solo dalle signore. Sacchini è chirurgo oncologo, con specializzazione in senologia, ma ad intervenire, più della metà sono stati i maschi.

Sergio Perego, autore del libro, in videoconferenza con il dr. Virgilio Sacchini


Come ha fatto anche nel libro, il professor Sacchini ha raccontato i benefici che alimentazione e cura del proprio corpo, inteso come movimento, hanno sulla "prevenzione". "Ormai lo riconoscono tutti - ha spiegato - la dieta mediterranea e l'esercizio fisico sono una cura preventiva. Chi segue queste strade si ammala di meno". Il professor Sacchini, ha raccontato le differenze tra scuole, mettendo in evidenza come "le università italiane siano tra le migliori al mondo" "Medici italiani lavorano al Memorial - ha continuato snocciolando una lunga serie di nomi di colleghi - in Italia, per i giovani dottori dobbiamo fare di più". Alle 22,30, il professore (le 16,30 a New York) ha dovuto lasciare ("per il giro del pomeriggio in reparto" ha spiegato) ma l'incontro è continuato. Perchè approfondire che cosa significa affrontare insieme la malattia, diventa spesso una delle possibilità per cercare di guarire, presto e meglio.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco