Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 297.245.704
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
polveri sottili
Valore limite: 50 µg/mc
indice del 17/04/2019

Merate: 28 µg/mc
Lecco: v. Amendola: 24 µg/mc
Lecco: v. Sora: 14 µg/mc
Valmadrera: 16 µg/mc
Scritto Lunedì 05 marzo 2018 alle 13:37

Krassowski (Potere al Popolo): continueremo a fare, questo è solo l'inizio

Salvatore Krassowski
Un’analisi dei risultati alle urne arriva anche da Potere al popolo, che al Senato ha candidato per Lecco il consigliere di Cernusco Lombardone Salvatore Krassowski. Un movimento nato pochi mesi fa e che ha riunito le anime che non si sentivano rappresentate dal centro-sinistra. È proprio Krassowski a rilasciare un primo commento: «Il risultato elettorale evidenzia ed esprime una forte contrarietà dell'elettorato alle politiche espresse dai governi dell'ultima legislatura. La vittoria del Movimento 5 Stelle e della Lega catalizza il disagio sociale mentre sul fronte della sinistra Leu raccoglie una sconfitta a conferma del grande errore di aver voluto abbandonare il percorso del Brancaccio, costruire una sinistra veramente alternativa come avvenuto ad esempio in Inghilterra, Francia e Spagna».
Per quanto riguarda i risultati del partito nel collegio di Lecco al Senato, sono piuttosto bassi: 1.607 voti che costituiscono lo 0,65%. «Per quanto riguarda Potere al Popolo – ha proseguito Krassowski – ribadisco quanto affermato in campagna elettorale: "Non abbiamo timore di fallire, perché continueremo a fare – prima, durante e dopo l’appuntamento elettorale – quello che abbiamo sempre fatto: essere attivi sui nostri territori. Perché ogni relazione costruita, ogni vertenza che avrà acquisito visibilità e consenso, ogni persona strappata all’apatia e alla rassegnazione per noi sono già una vittoria. Non stiamo semplicemente costruendo una lista, ma un movimento popolare che lavori per un’alternativa di società ben oltre le elezioni". Questo è solo un inizio».
Nel collegio di Lecco Potere al Popolo ha registrato anche il sorpasso da parte di Casapound (0,91%) e Italia agli Italiani (0,75%). «Mi preoccupa l’affermarsi del consenso nei confronti di forze neofasciste, che sono in contrasto con l’ordinamento costituzionale. Di fronte a una sinistra spaccata, questo dato aggrava di più la situazione».
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco