Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie. Accetta
  • Sei il visitatore n° 273.943.151
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
polveri sottili
Valore limite: 50 µg/mc
indice del 12/08/2018

Merate: 18 µg/mc
Lecco: v. Amendola: 15 µg/mc
Lecco: v. Sora: ND µg/mc
Valmadrera: 18 µg/mc
Scritto Martedì 13 febbraio 2018 alle 09:00

Merate, no al pizzo/1: il viaggio degli studenti del Viganò nelle terre che vogliono seppellire la mafia

Anche quest'anno gli studenti meratesi del Viganò impegneranno 4 giorni del loro percorso scolastico per approfondire il tema della mafia e del pizzo nelle terre della Sicilia, dove soprattutto le giovani generazioni hanno voglia di rinascere e di guardare a un futuro pulito.

 

 


Un viaggio tra i beni confiscati alla mafia, tra le prelibatezze della cucina acquistate nei negozi che aderiscono alla rete AddioPizzo, attraverso l'arte e la storia che caratterizzano l'intero paesaggio. Ad accompagnarci virtualmente nel loro viaggio saranno gli stessi studenti con un diario, giorno per giorno, corredato da fotografie.

Monreale


Tour bellezza e impegno. Plus
1 giorno: E qui comincia l'avventura.
Noi studenti della 3 A accompagnati dalle professoresse Lucilla Barassi e Kinzica Soldano dell'istituto Francesco Viganò siamo partiti alle 5:00 alla volta di Palermo per continuare il percorso di approfondimento sul fenomeno mafioso intrapreso in classe. Ad attenderci all'aereoporto troviamo Nino Di Gregorio volontario dell'associazione AddioPizzo che ci accompagnerà in questi 4 giorni alla scoperta delle bellezze culturali della Sicilia e dei luoghi simbolo dell'antimafia.
Un intero popolo che paga il pizzo è un popolo senza dignità. La storia di AddioPizzo è nata nel 2004. In una notte di giugno su centinaia di piccoli adesivi listati a lutto, attaccati dappertutto per le strade di Palermo si legge questa frase. Da qui AddioPizzo inizia la rivolta del popolo siciliano contro l'arroganza estorsiva della mafia.
Nino ci ha accompagnato nella sede di AddioPizzo che è un bene confiscato alla mafia e qui ci ha raccontato con entusiasmo la storia e l'impegno quotidiano dei volontari.
Dopo aver gustato degli ottimi arancini acquistati in un esercizio che aderisce alla rete AddioPizzo, siamo partiti alla volta di Monreale. Qui Chiara Utro guida turistica laureata in storia dell'arte ci ha illustrato con competenza e passione le bellezze della cattedrale arabo-normanna. Ritorniamo a Palermo dove, dopo mesi di siccità finalmente è tornata la pioggia.
Nei nostri cuori si affollano emozioni e sentimenti, ma sopraffatti dalla stanchezza, decidiamo di andare a letto. Domani ci attende una giornata impegnativa!

Niccolò Casiraghi
Alessandro Corneo
Alessia Ralli
Francesca Belotti
Davide Fumagalli
Matteo Castagna
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco