Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie. Accetta
  • Sei il visitatore n° 273.943.179
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
polveri sottili
Valore limite: 50 µg/mc
indice del 12/08/2018

Merate: 18 µg/mc
Lecco: v. Amendola: 15 µg/mc
Lecco: v. Sora: ND µg/mc
Valmadrera: 18 µg/mc
Scritto Lunedì 22 gennaio 2018 alle 18:03

Brivio: col gruppo di acquisto famigliare un aiuto a chi è in difficoltà, senza lavoro

Due famiglie sostenute a Brivio con il progetto GAF, che tra i tanti gruppi per l'acquisto solidale si distingue per missione comune e fine solidale dei suoi partecipanti.

Sta infatti per gruppo di acquisto famigliare ed è un'iniziativa da tanti anni attiva in diverse località italiane, nata e cresciuta nel Veneto, poi approdata a Milano e Monza nel 2013. Da allora la cerchia di famiglie milanesi e brianzole si è allargata parecchio, arrivando ad includere persino sei nuclei briviesi.

VIDEO


E il motivo per cui il presidente di AFI (associazione famiglie italiane) Milano-Monza Brianza, Cesare Palombi, domenica pomeriggio ha tenuto un incontro nell'oratorio della frazione di Beverate, è proprio ampliare quel cerchio nel cerchio di coloro che acquistano la spesa insieme, per aiutare chi fa più fatica o è nel periodo di transizione tra la perdita del lavoro e la sua ricerca.

Don Emilio Colombo

Nel corso dell'ultimo autunno, i sei nuclei sono riusciti ad aiutare ben due famiglie di Brivio (CLICCA QUI per il resoconto dell'attività a Brivio). Secondo Palombi, presto se ne potrà aiutare anche una di Beverate e un'altra di Airuno. Come funziona è più semplice di quanto possa sembrare. ''L'obiettivo è quello di creare lavoro - ha spiegato - Non facciamo beneficenza, ci occupiamo di ridare dignità alle famiglie che aiutiamo. Cerchiamo di risolvere una situazione di bisogno senza elargire la nostra elemosina, ma al massimo condividendo quello che abbiamo, con la spesa, creando lavoro''.

Le famiglie che vengono aiutate, infatti, prendono parte ad un'iniziativa di reinserimento lavorativo che parte proprio nei centri di smistamento dell'associazione. E' lì che vengono ''assunte'' le persone che hanno bisogno di lavorare. Smistando e poi distribuendo la spesa che le famiglie in rete, del gruppo, hanno acquistato attraverso il sito www.nonsolospesa.org (CLICCA QUI per l'illustrazione del progetto). Prossimamente la spesa incomincerà ad arrivare anche fino a Brivio, grazie all'inserimento di coloro che sono senza lavoro e abitano in paese.

Cesare Palombi, presidente AFI Monza e Brianza

Ma non si tratta solo di fare acquisti. Questo è sicuramente il meccanismo che fa scattare la solidarietà, il supporto ai più bisognosi. Ciò che ''scatena'' però l'iniziativa è una vera e propria rete che condivide buone relazioni di vicinato. Centro della missione AFI è far tornare le famiglie protagoniste della società. I partenariati di AFI, per le attività della filiera GAF, vanno dalla Fondazione Cattolica Assicurazioni, ai supermercati Unes, che principalmente forniscono i prodotti al gruppo, fino alle parrocchie, e in particolare le caritas, ed alle amministrazioni comunali.

Un po' di risultati, che potrebbero sempre convincere qualche briviese ad unirsi al gruppo di acquisto famigliare: 41mila euro raccolti da parrocchie e comuni, quasi 21mila ore di lavoro retribuito alle famiglie sostenute e 2.870 euro di spesa alimentare erogata gratuitamente.  

CLICCA QUI per ulteriori dettagli sulle iniziative di AFI Milano-Monza Brianza
E.C.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco