Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie. Accetta
  • Sei il visitatore n° 273.943.114
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
polveri sottili
Valore limite: 50 µg/mc
indice del 12/08/2018

Merate: 18 µg/mc
Lecco: v. Amendola: 15 µg/mc
Lecco: v. Sora: ND µg/mc
Valmadrera: 18 µg/mc
Scritto Sabato 20 gennaio 2018 alle 16:20

Brivio: la gestione del trasporto dei disabili passa ai Volontari del soccorso di Calolzio

Foto tratta dal sito dell'Associazione
I volontari briviesi del servizio trasporto disabili da questa settimana indossano… la divisa dei Volontari del Soccorso di Calolzio. Scaduta infatti la convenzione con l’Associazione Amici dell’Alveare che per anni ha gestito per conto del Comune il “traffico” di utenti di Brivio e Airuno dalle loro abitazioni ai CDD di Cassago e Barzanò e viceversa, l’amministrazione ha provveduto nelle scorse settimana a stipulare un nuovo accordo, operativo da martedì. Autisti e accompagnatori rimarranno sostanzialmente gli stessi: uomini e donne pronti a mettersi a disposizione della collettività. Cambierà invece la “squadra” a cui fanno riferimento, dopo la mancata disponibilità dell’Alveare al rinnovo dei patti, essendo diventata l’organizzazione del servizio troppo gravosa in termini di impegno.
“I nostri volontari – ha spiegato il sindaco Federico Airoldi, ringraziando chi fino ad ora si è occupato del trasporto – sono stati iscritti gratuitamente tra le fila dei Volontari del Soccorso di Calolzio. L’associazione fornirà loro la divisa estiva e quella invernale. Saranno inoltre iscritti al corso regionale di primo soccorso. Verrà infine destinato a Brivio il nuovo mezzo acquistato dalla realtà calolziese”. Prossimo dunque alla rottamazione il vecchio pullmino di proprietà comunale ormai non più prestante. Quanto all’organizzazione del servizio, già da martedì si è solo “invertito il giro”, modificando dunque gli orari di carico degli utenti: prima i briviesi, poi gli airunesi. Nulla è cambiato invece per i ragazzi dei due comuni che usufruiscono dell’analogo servizio erogato dai volontari di Airuno, incorporati all’Auser, da e verso il CFPP di Lecco e il CDD di Merate. Complessivamente sono una ventina i disabili iscritti al trasporto tramite i servizi sociali, gestiti in forma associata dalle due municipalità rette dai sindaci Airoldi e Gatti.
A.M.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco