Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie. Accetta
  • Sei il visitatore n° 271.851.889
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
polveri sottili
Valore limite: 50 µg/mc
indice del 04/07/2018

Merate: ND µg/mc
Lecco: v. Amendola: 14 µg/mc
Lecco: v. Sora: 16 µg/mc
Valmadrera: 15 µg/mc
Scritto Venerdì 12 gennaio 2018 alle 12:16

Merate: strade e marciapiedi ingombri di sacchi viola non ritirati per rifiuti non conformi. Giro ''straordinario'' di Silea

La situazione questa mattina nel centro di Merate e aree limitrofe è apparsa a dir poco disastrosa. Strade e marciapiedi sono infatti stati invasi da montagne di sacchi viola non conformi e dunque non ritirati, accatastati agli angoli dei palazzi, sui marciapiedi, nelle piazzole di raccolta.

Su decine di sacchi viola gli operatori di Silea oggi hanno affisso adesivi di non conformità sbarrando la casella ''sacco contenente rifiuti non consentiti''.
Galleria immagini (clicca su un'immagine per aprire l'intera galleria):
I cittadini, distratti o poco informati o non ancora avvezzi, hanno infatti infilato oltre alla plastica anche carta e cartone che invece afferivano al bidone giallo e altra merce destinata all'indifferenziato.


In via San Francesco i commenti sono stati preoccupati, accompagnati da cenni di dissenso. ''In alcuni casi le persone hanno esagerato con la carta, ma in altri gli operatori ecologici sono stati davvero fiscali''. Ora la città si sta domandando che cosa fare di tutti quei sacchi non ritirati.
La buona notizia è che Silea nel pomeriggio provvederà a rimuovere comunque i sacchi, anche se non conformi e quindi non sarà necessario per l'utenza provvedere a riprenderseli in casa. La cattiva notizia è che sarà catalogata come indifferenziata, e perciò non ci sarà più modo per recuperare la spazzatura erroneamente conferita.


''Normalmente, in questi casi, le persone che si rendono conto che il proprio sacco non è stato ritirato devono riprenderlo, tirare fuori la carta e aspettare 15 giorni per conferirlo correttamente - ha spiegato Giorgio Cortella, responsabile dell'ufficio stampa di Silea - E' chiaro che se si verifica una situazione di questa portata, all'avvio delle nuove modalità, si provvede a ritirare anche i sacchi viola che non sono conformi, che finiranno perciò nell'indifferenziata perdendo così i vantaggi del riciclo della carta. Questo avviene solo ed esclusivamente nella prima fase di rodaggio''.

Silea chiuderà un occhio per oggi. Più avanti arriveranno le multe per i cittadini poco attenti. ''I Comuni daranno le sanzioni per un semplice motivo - ha concluso Cortella - Se quei sacchi che presentano delle non conformità dovessero essere ritirati, ciò porterebbe a delle penalizzazioni economiche per tutti''.
A.S.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco