Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie.
ACCETTA
  • Sei il visitatore n° 294.449.123
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
polveri sottili
Valore limite: 50 µg/mc
indice del 15/03/2019

Merate: 18 µg/mc
Lecco: v. Amendola: 9 µg/mc
Lecco: v. Sora: 7 µg/mc
Valmadrera: 6 µg/mc
Scritto Giovedì 21 dicembre 2017 alle 09:37

Rotonda via De Gasperi-Cerri. Non si fa, mancano gli spazi

Ultima mozione sulla rotatoria tra via De Gasperi e via Cerri (CLICCA QUI). Il programma della maggioranza prevedeva la desemaforizzazione della città che tradotto vuol dire togliere i due semafori di via Verdi e quello, appunto, di via Cerri dato che a Brugarolo è tecnicamente impossibile costruire una rotonda. Ma anche qui, niente da fare. E' toccato ancora al capogruppo di maggioranza offrire una spiegazione credibile all'inattuazione di questo importante punto del programma: l'ing.Valsecchi della provincia, grande esperto di strade e rotonde ha detto che non sussistono le condizioni per sostituire il semaforo con una rotatoria. Per cui anche volendo non possiamo procedere. Valeria Marinari ha fatto osservare che nel piano urbano del traffico sta proprio scritto che lì andrebbe una rotonda. Robbiani è intervenuto sottolineando come il piano del traffico sia contrario all'ingresso in città da via Terzaghi (recentemente riaperto con la famosa terza corsia) e al doppio senso di circolazione in via Garibaldi.

Ernesto Sellitto


Sellitto ha ribattuto che il piano ha dieci anni e che dice tante altre cose mai realizzate. Per cui o lo si attua o lo si prende soltanto come uno dei tanti punti di riferimento peraltro ormai datato. Sellitto ha comunque assicurato che le due rotonde di via Verdi saranno realizzate. Quanto alla riqualificazione dell'arteria sud della città tutto è subordinato all'interesse che susciterà Cascina Galli la cui volumetria è la vera merce di scambio/pagamento valutata sulla carta 980mila euro. Se i soldi non basteranno - ha aggiunto il Sindaco - effettueremo uno solo dei due lotti del progetto provinciale.

Ai voti anche questa mozione è stata approvata dalle minoranze ma respinta dalla maggioranza.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco