Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie. Accetta
  • Sei il visitatore n° 277.051.907
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
polveri sottili
Valore limite: 50 µg/mc
indice del 12/08/2018

Merate: 18 µg/mc
Lecco: v. Amendola: 15 µg/mc
Lecco: v. Sora: ND µg/mc
Valmadrera: 18 µg/mc
Scritto Giovedì 09 novembre 2017 alle 16:43

Verderio: Pintupi, Sig. Giorgio e coerenza

Al Sig. Giorgio vorrei chiedere se sarebbe altrettanto d'accordo nel possedere la tessera dei "Giovani Padani", per poter accedere ed utilizzare un locale di proprietà comunale, se fossero questi i gestori.
Perché, chiaramente, con ideologie diverse ma in entrambi i casi stiamo parlando di associazioni schierate politicamente.
Se la risposta del Sig. Giorgio è: "No grazie!" allora bisognerebbe essere coerenti e comprendere anche chi non vuole sottoscrivere quella dell'ARCI necessaria per entrare al Pintupi.
Per quanto riguarda l'affermazione, sempre del Sig. Giorgio, che è "l'unica associazione che riesce a riunire giovani in paese" non me ne voglia quando affermo che in un posto dove è molto enfatizzata la vendita a buon prezzo e, quindi, l'uso di alcool non credo ci siano i presupposti giusti per tale scopo.
Si guardino le recensioni che si trovano online in merito al locale tipo: "Accogliente circolo Arci. Buona birra artigianale, ottima selezione di bevande alcoliche e prezzi decisamente contenuti", " birra artigianale ottima e abbondanza di cibo negli aperitivi", "si beve una birra spendendo poco" etc. etc.
Personalmente riterrei corretto, non solo politicamente ma anche legalmente, che una struttura pagata da tutti i cittadini fosse veramente ad uso di giovani, ma anche di anziani, non obbligati a tenere in tasca una tessera politicizzata e magari escludendo l'uso di alcool.
A mio parere il circolo rappresenta un bel po' di voti che è abbastanza palese a chi sono andati visto che da anni i pintupini hanno rappresentanti in consiglio comunale a Verderio.
Saluti.
Paolo V.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco