Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o se vuoi negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Proseguendo la navigazione nel sito, acconsenti all'uso dei cookie. Accetta
  • Sei il visitatore n° 277.173.742
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
polveri sottili
Valore limite: 50 µg/mc
indice del 12/08/2018

Merate: 18 µg/mc
Lecco: v. Amendola: 15 µg/mc
Lecco: v. Sora: ND µg/mc
Valmadrera: 18 µg/mc
Scritto Martedì 07 novembre 2017 alle 16:36

Codacons su disservizi e soppressioni treni sulla tratta Lecco-Milano

Ancora disagi per i pendolari lecchesi a causa di un altro guasto alla stazione di Carnate-Usmate.

Risultato? Treni soppressi e pendolari in ritardo!

Questi i fatti:

- il treno S8 10829 con partenza da Lecco alle 7.07 è giunto alla stazione di Milano Porta Garibaldi con ben 66 minuti di ritardo!

- il treno RG 2555 con partenza da Lecco alle 7.22 è arrivato a Milano Centrale 60 minuti di ritardo

- il treno S8 10831 con partenza da lecco alle 7.37 ha raggiunto al stazione di Milano Porta Garibaldi con 47 minuti di ritardo

- il treno REG 2557 delle 7.59 è partito da Lecco con ben 45 minuti di ritardo ed è giunto alla stazione di Milano Centrale con ben 54 minuti di ritardo

- il treno S8 10833 previsto in partenza da Lecco alle 8.07 con destinazione Milano Porta Garibaldi è stato addirittura soppresso!

- Soppressi anche i treni con destinazione Milano Porta Garibaldi: REG 2559 previsto in partenza da Lecco alle 8.30, il treno S8 10839 previsto in partenza da Lecco alle 9.39 e il treno S8 10841 previsto in partenza alle 10.07

Tali disservizi sono stati già più volte sottolineati nel corso dell'anno dai cittadini e dal Codacons e stante questo si sono ulteriormente moltiplicati.

La triste verità è che la tratta Lecco-Milano si conferma una delle linee più soggette a disservizi, tra treni in ritardo, cancellazioni e disagi sulle linee.

Inaccettabile questa grave situazione per i pendolari che quotidianamente sono costretti a fare i conti con ritardi e soppressioni.

Il Codacons scrive a Trenord al fine di chiedere che vengano risarciti i pendolari oggetto dei disservizi. La società deve provvedere in autotutela a rimborsare tutti i pendolari: un cittadino si aspetta di ricevere un servizio efficiente visto il puntuale pagamento del biglietto, ma, se così non avviene, allora ha diritto ad un rimborso.

© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco