Questo sito usa cookie per offrire una migliore esperienza. Procedendo con la navigazione, acconsenti ad usare i nostri cookie. Maggiori informazioni | Chiudi
  • Sei il visitatore n° 248.403.592
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
polveri sottili
Valore limite: 50 µg/mc
indice del 21/11/2017

Merate: ND µg/mc
Lecco: v. Amendola: 24 µg/mc
Lecco: v. Sora: 27 µg/mc
Valmadrera: 19 µg/mc
Scritto Mercoledì 11 ottobre 2017 alle 13:36

Airuno: tariffa simbolica del centro anziani, la minoranza contesta ''i modi'' del Comune

L'introduzione di un contributo simbolico per chi partecipa alle attività del centro per l'aggregazione di anziani, inaugurato nel febbraio del 2015 nei saloni dell'oratorio airunese, ha suscitato nelle scorse ore le contestazioni del gruppo ''Nuova Airuno'', all'opposizione nel consiglio comunale. L'esordio della tariffa, abbastanza esigua, è una novità di pochi giorni fa: gli ospiti che risiedono in paese saranno tenuti a versare 10 euro annui, 20 euro per usufruire del servizio di trasporto verso la struttura e 30 euro per chi invece non abita ad Airuno.

Alcuni frequentatori del centro anziani airunese in un momento di festa


L'unica ''beffa'', secondo quanto hanno riferito le minoranze, è che il contributo economico sarà richiesto (forse a breve, ma non si sa con precisione quando) anche per l'anno in corso, malgrado il nuovo anno sia alle porte e sembra che a gennaio verrà nuovamente richiesto il versamento della quota. Non ci stanno Simone Tavola, Adriana Rossi e Alessandro Milani, il primo membro del gruppo ''Nuova'' e delle commissioni giovani e associazioni, gli ultimi due consiglieri comunali. In questi ultimi giorni, hanno raccontato di aver raccolto tra i cittadini, specie chi frequenta il centro di aggregazione, parecchi malumori. ''Non siamo d'accordo con le modalità che l'Amministrazione ha utilizzato per inserire la tariffa, cioè senza avvisare nessuno - ha commentato Milani - Nel 2015 le promesse erano state ben differenti. Era sempre stato detto che il centro anziani sarebbe stato gratuito. Ora, le cifre non sono spropositate, ma non ci sembra comunque giusto''. Una promessa è una promessa, sembrano sostenere le minoranze. ''L'introduzione di questo contributo non è mai stato oggetto di nessuna commissione - ha aggiunto la consigliera Adriana Rossi - Anche per questo non sappiamo come venga giustificata questa richiesta. Ora cercheremo di capire che cosa vi è scritto a riguardo nel regolamento del centro''.

Da sinistra: Simone Tavola, membro delle consulte giovani e associazioni
con i consiglieri comunali di ‘‘Nuova Airuno’’ Adriana Rossi e Alessandro Milani


La minoranza ha inoltre fatto sapere che sta preparando un'interrogazione, da presentare nel prossimo consiglio comunale, dove chiederà maggiori chiarimenti alla maggioranza, soprattutto volti a capire perché non vi sia stato il minimo preavviso e con quali criteri vengano applicate le tariffe in questione. Lo spazio è naturalmente aperto per qualsiasi intervento dell'Amministrazione, che solo pochi giorni fa si era espressa a riguardo, attraverso le parole di Adele Gatti. Il primo cittadino aveva spiegato che ''si tratta semplicemente di una quota simbolica di iscrizione, ma la maggior parte delle spese continuerà ad essere coperta dal nostro Comune''.

A.S.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco