Questo sito usa cookie per offrire una migliore esperienza. Procedendo con la navigazione, acconsenti ad usare i nostri cookie. Maggiori informazioni | Chiudi
  • Sei il visitatore n° 241.767.680
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
polveri sottili
Valore limite: 50 µg/mc
indice del01/10/2017

Merate: 37 µg/mc
Lecco: v. Amendola: 34 µg/mc
Lecco: v. Sora: 34 µg/mc
Valmadrera: 28 µg/mc
Scritto Martedì 10 ottobre 2017 alle 12:15

Merate, Tomalino: ''i soccorritori hanno fatto il possibile per salvare la vita alla signora''

"Hanno veramente tentato di tutto, prima i volontari della Croce Bianca di Merate subito accorsi, poi i sanitari giunti in via Mameli a bordo di un'ambulanza e un'automedica. Il medico di turno, il dottor Spallone, si è prodigato col defibrillatore ma le condizioni della donna sono apparse subito gravissime".

L'assessore John Patrick Tomalino durante i soccorsi alla donna

John Patrick Tomalino, assessore ai servizi alla persona è stato tra i primi a intervenire poco dopo il malore che ha colpito la signora, intenta a fare la spesa sul mercato col marito, in via Goffredo Mameli, proprio sull'angolo ove si apre piazza don Minzoni. La donna, secondo le prime testimonianze  si è aggrappata al marito prima di cadere a terra, perdendo quasi subito i sensi. Allertato il 118 sul posto sono accorsi i volontari della Croce Bianca di turno sul mercato, nella postazione davanti al Municipio. Con un defibrillatore portatile hanno effettuato le manovre nel tentativo di rianimare la donna.

"Devo dire che c'è stato il massimo impegno, mentre attendevano l'arrivo dell'automedica dal Mandic con a bordo il medico di turno del 118. La signora però non dava cenni di ripresa. E neppure con l'attrezzatura in dotazione all'ambulanza dell'ospedale, manovrata dal medico e dagli infermieri è stato possibile salvare la vita alla poveretta. Ho chiamato subito il comandante della polizia locale Carbone che è giunto rapidamente con altri agenti. Assieme abbiamo steso con un telo una sorta di cordone per proteggere il corpo della donna e i soccorritori. Il medico ha spiegato al marito le cause dell'improvviso malore cercando parole di conforto e assicurando all'uomo che la moglie non aveva sofferto. Poi sono arrivate anche le figlie". La salma è stata  trasportata con un mezzo delle onoranze funebri.
C.B.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco