Questo sito usa cookie per offrire una migliore esperienza. Procedendo con la navigazione, acconsenti ad usare i nostri cookie. Maggiori informazioni | Chiudi
  • Sei il visitatore n° 241.767.846
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
polveri sottili
Valore limite: 50 µg/mc
indice del01/10/2017

Merate: 37 µg/mc
Lecco: v. Amendola: 34 µg/mc
Lecco: v. Sora: 34 µg/mc
Valmadrera: 28 µg/mc
Scritto Lunedì 09 ottobre 2017 alle 17:51

Merate: ladri blindati in casa, il proprietario chiama i vigili del fuoco per potervi entrare

Via Martiri della Resistenza
Talmente silenziosi da rubare al primo piano di una palazzina senza farsi notare dagli altri abitanti presenti in casa. Un furto, avvenuto in via Martiri della Resistenza, a Merate, intorno alle 21 di domenica sera, 8 ottobre, che ha almeno due aspetti clamorosi. Il primo consiste proprio nella ''abilità'' dei malviventi di riuscire a passare inosservati e non insospettire le persone che in quegli istanti si trovavano al piano terra e al secondo ed ultimo piano. Il secondo è che una volta rincasato, il proprietario ha dovuto allertare i vigili del fuoco per poter accedere al suo appartamento, visto che la porta di ingresso era stata chiusa dall'interno dai ladri che, presumibilmente, in questo modo volevano evitare di essere scoperti. Cosa che poco più tardi, durante la loro fuga, è peraltro avvenuta, dato che un vicino di casa li ha scorti scappare dal suo giardino. Chi ha raccontato la vicenda, spiegandone i particolari, è stata la mamma della vittima. ''Ero in soggiorno con mio marito e non abbiamo sentito nessun rumore strano - ha spiegato la donna - I ladri sono riusciti a scavalcare dalla recinzione, sul retro, e senza farsi vedere e né sentire si sono arrampicati fino al balcone al primo piano. Lì hanno rotto la finestra. Poi sono entrati nell'appartamento e hanno rubato alcuni oggetti, lasciando un vero e proprio disastro''. Nel frattempo, ha aggiunto, è rientrata anche l'altra figlia che passando per le scale non ha avvertito alcun rumore. ''Anche lei non si è accorta di nulla, però quando è tornata i ladri erano ancora dentro la casa - ha proseguito la signora - Poco più tardi è rientrato anche mio figlio. Inizialmente non riusciva a capire come mai la porta fosse chiusa dall'interno. A quel punto i ladri sono ritornati sul balcone e sono scappati. Sono finiti nel giardino dei vicini, hanno scavalcato ancora. Il proprietario della casa accanto ci ha detto di averne visto uno arrampicarsi sulla sua ringhiera per sparire. Poi è arrivata un'automobile che li ha caricati, e sono fuggiti''. Non è stato possibile capire che auto fosse e, con più precisione, quanti fossero i ladri. L'intervento dei vigili del fuoco è servito ad aprire l'ingresso dell'abitazione ed è arrivato in contemporanea con quello dei carabinieri che hanno raccolto la denuncia della vittima.

A.S.
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco