Questo sito usa cookie per offrire una migliore esperienza. Procedendo con la navigazione, acconsenti ad usare i nostri cookie. Maggiori informazioni | Chiudi
  • Sei il visitatore n° 239.026.258
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
polveri sottili
Valore limite: 50 µg/mc
indice del10/09/2017

Merate: 9 µg/mc
Lecco: v. Amendola: ND µg/mc
Lecco: v. Sora: 4 µg/mc
Valmadrera: 5 µg/mc
Scritto Mercoledì 13 settembre 2017 alle 18:56

Il sindaco Origo: solidarietà ai dipendenti. Accuse infondate

Alla Direzione di Merateonline
In riferimento all'articolo "Verderio: il funzionario V..... dà del maleducato a Benedetti", a firma A.S., pubblicato in data 11.09.2017, vorrei sottolineare negativamente che nell'articolo, nella parte non virgolettata, vengono citati i nomi del segretario comunale e di dipendenti comunali senza alcuna verifica con le parti coinvolte sulla attendibilità di quanto asserito dal Consigliere Benedetti Marco. Dovevano essere omessi o al massimo inserite le sole iniziali. Innanzitutto voglio esprimere la mia solidarietà al segretario comunale e a tutti quei dipendenti comunali che da tempo vengono bersagliati da alcuni Consiglieri comunali circa la loro professionalità, preparazione, attività; a loro va il mio riconoscimento per la loro competenza, professionalità e dedizione.

Per quanto riportato nell'articolo sopra richiamato, il termine "gran maleducato" utilizzato dal funzionario, anche se non opportuno, è derivante istintivamente dal pregresso comportamento e modo di relazionarsi con i dipendenti comunali da parte del Consigliere Benedetti, il suo modo arrogante, prepotente, inurbano, che si evince anche da come ha scritto l'e-mail del 06.09.2017 contenente 6 volte il termine COME SEMPRE. Di fatto si lamenta che gli uffici non gli hanno inviato le deliberazioni di Consiglio comunale in formato pdf della seduta del 19.07.2017, i cui verbali erano oggetto di approvazione nella seduta dell'11.09.2017, documenti disponibili per tutti i Cittadini, e anche per i Consiglieri, sul sito comunale già dal 28.07.2017. Lamenta di non riuscire ad aprire e leggere i documenti pubblicati sul sito perché sono firmati digitalmente e il Consigliere è impossibilitato ad usare il programma Dike. Ricordo che Dike o altri dedicati programmi si scaricano gratuitamente e in pochi minuti dal web. Deve fare riflettere i Cittadini di Verderio sapere che il Consigliere Benedetti Marco, che si è candidato sindaco nell'ultima tornata, non riesca a leggere i documenti firmati digitalmente e pubblicati sul sito comunale, non riesce a fare quello che molti cittadini di Verderio e di altri Comuni fanno quotidianamente per consultare sul sito deliberazioni di Consiglio e di Giunta, determinazioni dei Responsabili di Servizi, decreti, ordinanze, ecc.

Innanzitutto l'Ufficio Segreteria ha sempre ottemperato a quanto previsto dal Regolamento del Consiglio comunale, approvato legittimamente dalla maggioranza; anzi, fino al penultimo consiglio comunale, ha fornito ai capigruppo di minoranza anche una copia cartacea, e non solo delle proposte di deliberazione ma anche le deliberazioni della seduta precedente, fornitura non dovuta secondo il regolamento del Consiglio, che non è lunare, antidemocratico, ecc. ma è molto simile se non uguale a quello in essere in moltissimi Comuni.

Da alcuni mesi il Comune di Verderio ha attivato la dematerializzazione e digitalizzazione dei documenti, informatizzato molte procedure e i documenti pubblicati vengono firmati solo digitalmente. L'applicativo gestionale in uso nel Comune di Verderio, così pure in altre migliaia di Comuni, non consente di pubblicare anche il file in formato pdf oltre a quello con firma digitale; quest'ultimo documento è comunque visualizzabile tramite programmi disponibili e scaricati gratuitamente (tipo Dike). La nostra scelta di procedere alla dematerializzazione e alla produzione di originali dei propri documenti deriva dall'applicazione, seppur in ritardo, di quanto previsto dalla normativa di riferimento (vedasi Codice dell'Amministrazione Digitale), a cui tutte le Amministrazioni pubbliche devono adeguarsi e conseguentemente anche chi ci lavora dentro e gli utenti / utilizzatori di tali documenti, compresi i Consiglieri comunali. Per questo nel regolamento del Consiglio comunale è previsto che dal giorno successivo alla convocazione del Consiglio gli atti vengano messi a disposizione dei Consiglieri con modalità telematiche, che é attuata da ormai quasi tutti i Comuni senza le problematiche sollevate a Verderio dai gruppi di minoranza; e qui faccio mia la frase del Consigliere Benedetti "COME SEMPRE solo a Verderio".

Per facilitare quei Consiglieri comunali che si trovassero in difficoltà a gestire la documentazione inviata telematicamente, abbiamo messo a disposizione nella sede comunale una postazione a cui gli stessi Consiglieri possono accedere; fino ad oggi non c'è stato alcun accesso.
Inoltre, per venire incontro ai Consiglieri comunali, abbiamo deciso, per chi lo richiedesse, di fornire un tablet; ma anche su questa opportunità, non dovuta, che in altri Comuni sarebbe stata apprezzata, a Verderio è diventato un elemento di polemiche e complicanze gestionali, differenti valutazioni interpretative dei documenti e delle lettere, ecc., a causa delle minoranze consiliari.

Anche le infondate, pretestuose, inaccettabili e ingiustificate accuse rivolte ripetitivamente e pubblicamente dai Consiglieri Benedetti Marco e Viani Caterina nei confronti dell'operato del Segretario comunale (a cui rinnovo la mia stima), con la continua messa in discussione della sua competenza e professionalità, sono tutte frutto della loro asserita profonda conoscenza e corretta applicazione dei regolamenti e delle normative di riferimento. Il che non è assolutamente vero e più volte hanno dimostrato la loro ignoranza, la mancanza di preparazione e approfondimenti su diverse materie, che poi si esplicita con il voto contrario sulle deliberazioni. Da oltre due anni l'approvazione dei verbali della seduta precedente è divenuto un ripetitivo momento di riproposizione delle stesse lamentele, osservazioni, critiche da parte dei gruppi di minoranza nei confronti del segretario comunale per come è stata fatta la verbalizzazione, nonostante che più volte sia stato dal sottoscritto evidenziato che, al di la di qualche errore di ortografia o di altro tipo, sempre possibile, adempie alla sua funzione con responsabilità, competenza e professionalità, in conformità al parere del Ministero dell'Interno del 20.01.2015 e alla sentenza del Consiglio di Stato n. 4074 del 2003. Ma è come parlare al vento. Potrebbero rivolgersi alla Prefettura di Lecco, ma lo fanno in modo pasticciato; scrivono al Comune, con l'intenzione di scrivere alla Prefettura di Lecco, ma poi nella e-mail di invio mettono solo in copia conoscenza la Prefettura. Nonostante tutte le segnalazioni fatte dalle minoranze consiliari, ad oggi la Prefettura di Lecco non ha fatto alcun rilievo sull'operato del Comune di Verderio, data l'evidente inconsistenza e pretestuosità delle loro motivazioni e richieste. D'altra parte, si soffermano su questioni regolamentari, procedurali, su errori nei verbali, contestano sulla base di interpretazioni errate del regolamento, per nascondere le carenze, la non adeguata preparazione per affrontare le più importanti questioni che il Comune deve quotidianamente ed in prospettiva affrontare. Utilizzano la fase pre, durante e post Consiglio comunale come momento comunicativo della loro esistenza politica, attraverso i giornali locali, data la loro inconsistenza, assenza per quanto riguarda la vita sociale, culturale, associativa della Comunità verderiese. D'altra parte il Consigliere Benedetti non risiede nemmeno a Verderio. Fanno sceneggiate, come nel Consiglio comunale dell'11.09.2017 sul punto riguardante l'approvazione del Documento Unico di Programmazione, documento fondamentale per la programmazione del triennio 20182020, abbandonando il tavolo del Consiglio per sedersi tra il pubblico, motivando la loro scelta per la non fornitura della copia cartacea del documento (di 111 pagine), che era stato trasmesso a tutti i Consiglieri il 24 agosto 2017, tramite posta elettronica certificata di cui tutti i Consiglieri sono stati dotati, cioè ben 18 giorni prima del Consiglio comunale. Nella stessa seduta consiliare, particolarmente ridicola è stata la sceneggiata fatta dal Consigliere Benedetti quando doveva illustrare la mozione e la interrogazione da lui stesso presentate, ritenendo di essere impossibilitato a farlo per la mancata fornitura da parte degli uffici comunali della copia cartacea (tenuto conto che tutti i documenti durante il consiglio, tramite proiettore, sono leggibili da tutti i presenti, solo che il Consigliere Benedetti non riesce a leggerli). Tutti questi atteggiamenti e comportamenti non fanno che svilire il ruolo istituzionale del Consiglio comunale e impattare negativamente sullo svolgimento delle sedute dello stesso.
Il sindaco di Verderio Alessandro Origo
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco