Questo sito usa cookie per offrire una migliore esperienza. Procedendo con la navigazione, acconsenti ad usare i nostri cookie. Maggiori informazioni | Chiudi
  • Sei il visitatore n° 238.717.988
Vai a:
Il primo network di informazione online della provincia di Lecco
link utili
bandi e concorsi
cartoline
polveri sottili
Valore limite: 50 µg/mc
indice del10/09/2017

Merate: 9 µg/mc
Lecco: v. Amendola: ND µg/mc
Lecco: v. Sora: 4 µg/mc
Valmadrera: 5 µg/mc
Scritto Mercoledì 13 settembre 2017 alle 18:50

Il consigliere Benedetti: ''Mi bastavano semplici scuse''

Riceviamo e pubblicchiamo l'intervento del consigliere Marco Benedetti relativo al "contenzioso" aperto con un funzionario comunale, in particolare circa una mail di risposta ricevuta a seguito di una richiesta di implementazione di documentazione.
Lo spazio resta naturalmente a disposizione degli interessati per eventuali repliche e precisazioni.


La presente, per chiarire quanto accaduto nei giorni precedenti il consiglio comunale. Ho ricevuto come tutti i consiglieri, la convocazione e l'ordine del giorno del consiglio. Sono stati inviati assieme ai punti dell'ordine del giorno, i rispettivi allegati tranne quelli inerenti il punto 2 relativo all'approvazione dei verbali precedenti. Credo sia palese ed evidente che se non ho la possibilità di visionare tali verbali, sono impossibilitato a formulare eventuali modifiche, aggiunte o correzioni. In altre parole sono impossibilitato ad adempiere alla mia funzione di consigliere comunale. Negli ultimi consigli comunali, ho sempre dovuto richiedere successivamente l'invio dei verbali della seduta precedente e ho più volte scritto che tale richiesta, era ovviamente valevole per tutti i consigli comunali successivi. Tutto ciò si è sempre rivelato inutile, gli uffici solo in un secondo tempo e solo dopo mia nuova espressa richiesta, mi hanno inviato quanto dovuto e richiesto.

Nello specifico, prima dell'ultimo consiglio comunale, nel formulare la mia richiesta di invio tramite mail degli allegati mancanti, sono stato vittima degli strali del Sig. Davide Vigori, funzionario comunale, che voglio ribadire, NON è lautamente stipendiato dai cittadini di Verderio per insultare i consiglieri comunali. Ancora più grave, se possibile, il fatto che questo signore non abbia avuto nemmeno la decenza di scusarsi col sottoscritto. Sarebbe auspicabile da parte del Segretario Comunale, una lettera di richiamo verso questo signore, affinché si attenga ad un comportamento più consono per il ruolo che ricopre e per il quale, lo ripeto, è pagato dai cittadini di Verderio. In questi oltre tre anni di consiglio, non ho mai fatto un accesso agli atti, non ho mai richiesto documenti suppletivi agli uffici, nonostante sia nei miei diritti-doveri di consigliere che deve esercitare la sua funzione di controllo, su quanto eseguito dalla maggioranza. I miei contatti con gli uffici in tutti questi anni si sono limitati a qualche mail, solo ed esclusivamente per avere semplicemente la documentazione inerente i consigli comunali. Palese ed evidente che senza nemmeno quella documentazione, francamente non si capirebbe nemmeno il senso di partecipare ai consigli.
Sono rimasto esterrefatto del comportamento di questo signore, che è pagato anche per mettere i consiglieri nella possibilità di svolgere il proprio ruolo e soprattutto non è pagato per lanciare strali, insulti, giudizi personali su di un consigliere comunale che richiede unicamente l'invio via mail di alcuni allegati che non gli erano stati forniti. Tengo a precisare che il Sig. Vigori ha utilizzato una mail istituzionale del comune per lanciare i suoi insulti, durante l'orario di lavoro, inviando la sua mail a tutti i consiglieri ed assessori oltre che alla Prefettura (probabilmente non si era accorto che nella mia mail di richiesta avevo aggiunto la Prefettura per conoscenza). Mi sarebbero bastate due righe di scuse, oppure una semplice telefonata per chiudere amichevolmente la vicenda, viceversa rilevando che il Sig. Vigori non sente l'umana decenza di scusarsi con il sottoscritto, mi riservo di tutelare la mia dignità di persona ed amministratore (nella mia storia amministrativa oltre che consigliere comunale, sono stato consigliere di amministrazione di ACEL, consigliere d'amministrazione di LARIO RETI HOLDING e sono stato per oltre cinque anni Assessore Provinciale alla Cultura e Beni Culturali), in tutte le sedi preposte.
Marco Benedetti (Capogruppo ''Verderio Cambia'')
© www.merateonline.it - Il primo network di informazione online della provincia di Lecco